manipolazione giornalistica e accordo sulle pensioni

sindacati01g.jpg 

ecco un esempio concreto di come stanno sviando l’opinione pubblica da una sana e costruttiva analisi sull’accordo delle pensioni.

da qualche settimana tam tam sulla “sinistra radicale” per colpa della quale sembra impossibile governare. poi ecco l’accordo sulle pensioni. poi il curato di campagna prodo va in tv con il suo sorriso ( non riesce nemmeno a fingere bene-almeno berlusconi sì) a dire che l’accordo “è un traguardo equo e giusto”.

ma qualche voce discorde si alza: sembra che i quotidiani di sinistra siano inondati di mail inferocite di elettori delusi e anche qualche forza politica si oppone: chi? la sinistra radicale, già preventivamente sputtanata per giorni dai media e quindi agli occhi dell’uomo-scimmia non più credibile (almeno così ci vogliono far credere).

poi all’improvviso chi spunta per sviare l’attenzione? dai che lo sapete…è troppo facile..

qual’ è il jolly da giocarsi in ogni occasione?

ma sì!!!!    indovinato!!!!      AL QUAEDA!!!!!!!!!!!

che preparava attentati addirittura a perugia….che si sa è un nodo strategico a livello economico-storico-sociale. peccato che leggendo bene si viene a scoprire che erano una decina di esaltati fai da te senza nessun possibile legame con l’organizzazione vera di bin laden (che per inciso spero sappiate bene cosa sia….e chi la muova…).

ovviamente titoloni sui giornali, tam tam mediatico e opinione pubblica sviata dall’argomento veramente importante: le pensioni.

mi sembra di rivedere la strana coincidenza dell’arresto di provenzano il giorno dopo la più patetica e boccaccesca manipolazione elettorale mai vista (almeno copino da bush, lui lo fa con un pò di stile e poche se ne accorgono)

va detto che non ho la minima idea di cosa dica l’accordo sulle pensioni raggiunto, ma dall’evolversi che vi ho appena descritto penso sia facile intuirne il significato vero. almeno ce lo dicessero chiaro e tondo che dobbiamo lavorare fino ad ammazzarci…e che devono trovare il modo di riempire le vite dell’uomo-scimmia di ogni possibile obbligo-prigione ( che sia lavoro, tasse, gossip, o deviazioni emozionali poco importa).

ma questo ovviamente non lo diranno mai, sennò ci sarebbe la rivolta popolare.

da sempre ingannare e tenere lontano dalla verità è la loro prima direttiva

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: