albertone docet…in silenzio impariamo

vi consiglio (se avete poco tempo) di andare al 4:33 secondi del video.

albertone è un rappresentante d’armi ( film bellissimo: ” finchè c’è guerra c’è speranza”) e i suoi figli scoprono tramite i giornali il suo lavoro ( che li faceva vivere nel lusso sfrenato): è la parte più cruda e vera e triste.

se volete, ve la riporto io:

dice sordi: “le guerre non le fanno solo i fabbricanti d’armi, […], ma anche le persone come voi ( rivolto ai famigliari) che vogliono, vogliono, vogliono e non si accontentano mai; le pelliccie, gli anelli…e tutti i cazzi che ve se fregano. costano molto e per procurarseli qualcuno bisognerà pur depredare; ecco perchè si fanno le guerre!!!”

poi dice ai figli che se vogliono cambierà lavoro; ma niente più lusso. indovinate cosa decidono i figli.

ecco: l’uomo di oggi è così, ci fanno pena i poveracci nel terzo mondo, ma non capiamo che è il nostro stile di vita che li ha ridotti così. e allora preferiamo bere la coca cola, comprare cose inutili e ingrassare le corporations che per permetterci il nostro lifestyle riducono in miseria il resto del mondo.

ecco come ci comandano.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: