il finto bavaglio

censura.jpg

avrete sicuramente sentito di questa proposta del governo di prodo balanzone contro l’informazione libera dei blog.
voglio andare controcorrente e invitarvi a leggere la riflessione di andrea doria ( clikka qui) e di luigi gallo (clikka qui) che condivido in pieno.

in breve, secondo questi blogger (e secondo me), è impossibile che questa proposta si realizzi e questo ( in primis) per motivi economici globali che sono intoccabili.

rimangono due spiegazioni alternative:
1-o questi dipendenti-politici sono davvero fuori di testa, nel senso che proprio non hanno la minima idea di cosa sia legiferare e governare un paese
2- oppure la cosa è voluta per giustificare e creare una caduta di popolarità totale dell’esecutivo per venderci il nuovo candidato scelto dall’elitè e venduto in gran pompa alle masse

credo che per quanto siano affetti da dilettantismo e pochezza di materia grigia non possano non rendersi conto dell’onda mostruosa di protesta che li sommergerà. per cui mi sembra appunto una cosa voluta e pensata dai burattinai che stanno dietro.

ora indovinate: quale è la faccia nuova che ci stanno vendendo? che ha avuto una sovraesposizione mediatica ultimamente? che parla con un qualunquismo davvero preoccupante ma che in molti considerano affidabile?

Advertisements

8 Responses

  1. Se ti riferisci al Walter vorrei far notare che, se non erro, qualche anno fa, quando era ancora il direttore dell’Unità, venne invitato ad una delle riunioni del Bilderberg…
    Inutile dire che, saputolo, vaticinai per lo stesso una carriera fulminea. E infatti

  2. vedo jjflash che hai una grande intuizione. oppure , come me hai capito i meccanismi del “potere”
    .hanno parlato dei 3 milioni delle primarie come di un esempio di democrazia. ma dove? water ha avuto una enorme esposizione mediatica, enormemente più di tutti gli altri. e i gonzi parlano di democrazia.
    il governo caderà entro novembre, in primavera il water verrà incensato dalle masse e governerà in modo “moderato” seguendo i voleri dei poteri forti.
    solo su una cosa sbagli: non walter, bensì water…più gabinetto di così….

  3. Questo me lo ero perso … e vai di Water!!!

    Onestamente tornando al problema delle leggi da una parte si viene a sapere che il Consiglio dei Ministri lo ha votato all’unanimità e dall’altra che Pecoraro Scanio e Di Pietro non sono d’accordo (ed io proprio di loro mi meravigliavo potessero arrivare a tanto!!!)

    Ormai diciamo tutto ed il contrario di tutto, evidentemente il giorno che hanno mezzo ai voti i due ministri erano assenti….

    Al di la di tutto dalla sinistra questo proprio non me l’aspettavo, ma d’altronde non mi aspettavo nemmeno l’indulto … speriamo bene.

    Saluti radiosi

  4. Anche di pietrino è un ottimo candito…

  5. Per una volta sei ottimista. 🙂
    Io invece credo che semplicemente abbiano provato a farla passare senza rumore (era uscita ad agosto, ricorda) e non ce l’abbiano fatta. Comunque sia, sto disegno di legge e’ veramente aberrante.

    P.s.: bellissima l’immagine, se non hai nulla in contrario me la salvo per usi futuri. ^_^

  6. per l’immagine vai pure, io stesso l’ho “rubata” al link: http://www.ilpassatore.it
    se vale la tua ipotesi sulla legge siamo (paradossalmente) messi ancora peggio: siamo governati da una manica di dilettanti modello amministratori condominiali. ma del resto quello che ha fatto il ceppalonico mutato con de magistris è abbastanza indicativo.
    e pensa che adesso ci pensa il water, re del qualunquismo, alias faccia di gomma, che ha come desiderio andare in africa a fare beneficenza: siamo alla politica del libro cuore ( finto, anzi strafinto)
    ma la gente ancora dorme, e ci fanno passare sotto il naso di tutto senza che nessuno ( o pochi) dicano bau.
    ciao. a presto

  7. Bau. BAU! -_-
    Scherzi a parte, siamo si’ governati male, ma che siano dilettanti ho i miei dubbi: sono molto bravi a fare quello che fanno (e non intendo governare, of course).

  8. Salve, sull’argomento segnalo Il Blog Censurato: potrebbe essere utile ad avere una visione più ampia della censura in Italia.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: