il potere di big pharma

come già accennato nel post di ieri, le votazioni alla camera e senato della finanziaria ha messo in luce due cose: il meccanismo servile dei villeggianti politici che non rinuncerebbero mai ai propri interessi personali e il potere delle lobby.

il dovere di ogni medico di prescrivere solo il principio attivo ( come proposto nella finziaria) e non il nome commerciale a me sembra un obbligo deontologico della professione piuttosto scontato, ma come sempre big pharma e le lobby del malaffare hanno avuto la meglio ed infatti la proposta è stata del tutto accantonata.

ma c’è di peggio. del resto come sapete le malattie e le cure annesse sono un meccanismo di controllo sociale fortissimo ed indispenabile per tenere ben salde le redini del mondo.

ne è un esempio l’ultima trovata di striscia la nequizia che tra uno sculetto e l’altro, tra un gossip e una risata facile ci mette le pseudoindagini. l’altro ieri contro lo zapper, che evidentemente inizia a dare fastidio a qualche multinazionale.

ma dicevo c’è di peggio: se qualcuno vuol farsi una risata nei confronti di chi associa i batteri ai tumori forse non ha letto “biopatia del cancro”di w.reich, o forse non ha comunque letto i lavori del dott pelini ( clikka qui) o del dott simoncini (clikka qui . magari se chiedete a qualche cattedratico vi dirà che sono tutte sciocchezze, ma visto che E’ IL DENARO L’UNICO MOTORE DI TUTTO (COMPRESA BIG PHARMA) che succederebbe se con un pò di bicarbonato ( avete capito bene) si potesse guarire un tumore? i guadagni di big pharma dove finirebbero? e tutta l’impalcatura sociale ( cioè medici, informatori, industrie di macchinari farmaceutici etc, etc..) che vivono della cura odierna del tumore che fine farebbero? non vi viene il sospetto che sotto possa esserci qualcosa? eppure il dott simoncini ha un bel forum di discussione e una bella casistica a dargli forza(clikka qui)

ma dulcis in fundo ecco il caso del dott. buzzi e del suo crm 197 ( tossina difterica antitumorale): da anni chiede di essere ricevuto dagli organismi nazionali per promuovere le ricerche, apetta e spera…

ma noi italioti non ci dobbiamo più preoccupare dal momento che adesso buzzi andrà in giappone a fare le sue ricerche…come dargli torto? se aspetta livia turco…

per non parlare del dott puccio: contro il tumore integratori ed antiossidanti! non sia mai detto!!

e vogliamo parlare di pantellini e della sua fondazione?(clikka qui) cura il cancro con l’ascorbato di potassio!

come vedete la LORO arma migliore è nascondere l’accesso alle notizie… se ci fosse una vera ricerca e una vera informazione su queste strade di cura alternative quanti sfuggirebbero dalle cure di big pharma?

Advertisements

2 Responses

  1. (scusi il post precedente era una bozza)

    Salve,
    navigando sul web ho trovato, forse in ritardo questo post. La ringrazio per quello che dice, lo dico da cittadina, da individuo che porta avanti con difficoltà, insieme a mio padre, una lotta che molti non capiscono dovere essere di tutti ma lo diviene solo quando noi stessi o i nostri cari si ammalano. Lo dico, ahimè, da giornalista, che sbatte ogni giorno contro le cortine di silenzio che lobby e i “soliti” noti tessono per scopi facilmente intuibili; tanto da aver scelto la strada – criticata da molti colleghi – di una “divulgazione intelligente e controllata”. Mi piace definire così il fatto di aver scelto di non cedere alle lusinghe del “fare notizia” per la scelta di informare.
    Si immagini le contestazioni, in Italia e non solo si impacchetano notizie, e questa, come molti vorrebbero far credere non è demagogia. Il controllo dell’informazione è reale e neppure così nascosto.

    La nostra Associaione, nata nel 2003 è stata sempre fantasma di se stessa. Chi è guarito ha dimenticato malattia e noi, quasi questa Associazione fosse nostra per dovere, se non quello di dovere condividere la verità sui reali benefici della Terapia e il numero sempre crescente di guarigioni.
    Cosa c’è da fare? Cosa vorremmo fare?
    Far intuire alla gente, come la “democrazia” sia uno specchietto per le allodole, sperando che un giorno le persone smettano di essere così individualiste e disinteressate e riottengano quanto costituzionalmente ci appartiene “la sovranità popolare”, e cristianamente, umanamente non ci può essere tolto: “il diritto alla libertà di cura, alla scelta, alla verità…. alla vita”.

    Come ho recentemente scritto ad un amico, citando le parole di Oscar Wilde: “La verità è raramente pura e mai semplice”.
    La fine, non avverrà mai, ma esistono importanti e necessari traguardi intermedi.

    Intanto la metto al corrente dei nuovi traguardi che la Terapia C.R.A.P. ha raggiunto, non solo in pazienti affetti da carcinoma ma anche per chi è affetto da malattie degenerative:

    http://www.emmanuele.splinder.com/post/17371602/Testimonianze%3A+Autismo+e+malat

  2. grazie a lei, rossella, per avermi fatto conoscere il vostro blog ben documentato.
    credo che medici eroici come voi vadano sempre ringraziati, perchè sono VERI MEDICI
    e non fantocci di qualcun’altro.
    una saluto di cuore

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: