la dinastia levi strikes back…

arrigo-levi.jpg levi-2.jpglevi-3.jpg

se volete leggervi l’articolo da cui è tratto il post di blondet clikkate qua

che questi soggetti facciano parte dell’impero ( quale impero? che domande!) non nutro alcun dubbio, e non rompetemi con questa storia dell’antisemitismo, che non me ne importa un beneamato c….o! li giudico per appartenenza a gruppi di potere, e per comportamenti. e su questo non mi sembra ci siano dubbi.

il capostipite nonno arrigo insieme al sindacalista UIL benvenuto ( area repubblicana) accompagnava l’avvocato agnello alle riunioni bildenberg ( mica male!), era di casa con kissinger e ovviamente ha ricoperto alte cariche in rai e in quotidiani come il corriere e la stampa di torino (insomma, un paladino della libera informazione e il garzone degli usa in italia).

la libera informazione è talmente nei geni della famiglia levi che il figlio di nonno arrigo , ricardo franco levi è il genialoide che qualche mese fa voleva far passare in finanziaria il bavaglio ai blogger, che sono forse l’unica vera e libera fonte di notizie della società italiana, non controllabile ed in continua espansione. ci hanno provato, risultato: un fiume di pernacchie. e come bravi soldatini hanno tirato il loro culo indietro, e stanno studiando la prossima. un consiglio: stavolta studiatela bene, almeno.

e qui veniamo alla terza generazione e parliamo di michael levi ( il nipotino dell’arrigo) [ presume blondet, ma con poco margine di errore, credo] , il rampollo ha un ego abbastanza debordante. la storia: domenica 18 nexus indice il suo congresso annuale, ospite( tra gli altri) blondet, così michelino levi scrive alla redazione di nexus dicendo: ospitate un antisemita! e lo faremo sapere ai vostri inserzionisti pubblicitari! tradotto: o lo cacciate o vi riduciamo in mutande. e sembra che nexus non sia l’unica ad aver ricevuto tale missiva. eh, sì decisamente un paladino della libertà! il pedigree di michelino fa paura: master a princeton e dottorato al king college di londra al “department of war studies”, tiene seminari dal tema “Rethinking Nuclear Terrorism” è co-autore di un libro dal titolo :“The Future of Arms Control” .

mi chiedo cosa abbia certa gente nella testa. o che lavaggio nel cervello possono avergli fatto.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: