cosa è l’elitè

supernova.jpg

post lungo e articolato, per cui, portate pazienza….

sull’ esistenza dell’elitè credo nessuno abbia dei dubbi. credo cioè che tutti sappiamo e abbiamo appurato che esista una cricca di persone di natura transnazionale che si scambiano affari, e che gestiscono lo sviluppo della nostra società mondiale. credo che noi tutti abbiamo poi la certezza che dietro l’elitè del potere ci siano entità oscure che muovono i fili. cosa sono queste entità? alieni? parassiti dimensionali? tradizioni antiche li hanno chiamati in diversi modi, ma tutte queste tradizioni convergono sul ruolo di malvagità che si cela in queste figure. figure che sembrano uscire dall’archetipo che noi chiamiamo “male”.

e siamo quindi al dunque: IL PERCHE’ DEL MALE. bisogna cercare di dare un senso a questa negatività che percepiamo, ma non riusciamo a collocare nel disegno perfetto della VITA. queste entità che percepiamo come male fanno anche loro parte di questo disegno sublime e perfetto. su questo non ho alcun dubbio. so che già molti (zret in primis) vacillano di fronte a quanto ho detto. in realtà noi stessi dobbiamo aiutare il malee amarlo in quanto esso è parte come noi della VITA. ma vediamo meglio.

quello che vi propongo è un dialogo tramite channeling e per quanto il popolo dei contattati sia da prendere con le molle, alcuni propongono messaggi autentici ( strano, vero, anche lì c’è un sacco di cover-up)

ho tratto alcuni stralci dai dialoghi di RA , channeling poco conosciuto.( tratto da www.stazioneceleste.it). vi risparmio qualche nozione introduttiva su questo channeling che potete leggere al sito sopraindicato


….INTERVISTATORE: Hai detto che Orione (nota mia:da intendersi come una entità sociale che vive in quel distretto di universo a orientamento “negativo”) è stata la fonte di alcuni di questi contatti con gli UFO. Mi puoi dire qualcosa di quel contatto, il suo scopo?
RA: Sono Ra. Considera un semplice esempio di intenzioni che sono cattive/buone. Questo esempio è Adolf (nota mia : probabil. hitler) . […] L’intenzione è di unificare, scegliendo il complesso di distorsione chiamato elitè, da un complesso di memoria collettiva , e poi assoggettare coloro che vengono considerati dalla distorsione quali non-elite. L’idea è poi di prendere il complesso di memoria collettiva così epurato e aggiungerlo a un pensiero di distorsione proveniente dal cosiddetto gruppo di Orione. Il problema che si pone è quello di affrontare molta energia fortuita emessa dal concetto di separazione. Questo li rende vulnerabili poiché le distorsioni tra i loro stessi membri non sono armonizzate. ( nota mia: lo so è molto poco chiaro, si usa un codice di linguaggio nuovo, ma se leggete avanti è molto più semplice)

INTERVISTATORE: Qual è la densità del gruppo di Orione? (nota mia: più è alta l’evoluzione di un individuo/società maggiore è la sua densità)
RA: Sono Ra. Come la Confederazione (unione di densità evolute verso il servizio per gli altri, cioè l’amore e la luce, insomma noi li chiameremmo “i buoni, mentre orione sono “i cattivi”), le densità che costituiscono quel gruppo sono diverse. Ci sono poche terze densità ( nota mia: è la densità del nostro piano di vita sulla terra), molte quarte e quinte e poche seste (nota mia: quindi l’elitè è fatta di individui di densità superiore alla nostra che cercano di usare ogni mezzo per comandarci). Il loro numero è forse uno-dieci dei nostri (chi parla, l’entità che si proclama RA fa parte della confederazione) in qualunque punto dello spazio/tempo poiché il problema dell’entropia spirituale li sottopone a continue disintegrazioni del loro complesso di memoria collettiva. Il loro potere è uguale al nostro. La Legge dell’Uno non trascura né la luce né l’oscurità, ma è disponibile per servire gli altri e per servire il sé. Tuttavia servendo gli altri si rende servizio al sé, così preservando e armonizzando ulteriormente le distorsioni di quelle entità che cercano l’infinito intelligente attraverso queste discipline.
Coloro che cercano l’infinito intelligente attraverso il servizio al sé (nota mia: ecco quindi cosa sono questi parassiti dimensionali: un gruppo sociale di provenienza di altri pianeti che attraverso il servizio per il sè, cioè l’uso del potere e del comando stanno facendo la loro evoluzione. il risultato di questo: quello che chiamiamo MALE) creano la medesima quantità di potere ma, come abbiamo detto, hanno continue difficoltà a causa del concetto di separazione, implicito nelle manifestazioni del servizio al sé che comporta il potere sugli altri. Questo indebolisce e disintegra l’energia raccolta attraverso questi complessi mente/corpo/spirito che chiamano il gruppo Orione e il gruppo di memoria collettiva che comprende il gruppo di Orione.
Bisogna notare, ponderare attentamente e accettare che la Legge dell’Uno è disponibile a ogni complesso di memoria collettiva che ha deciso di impegnarsi per qualunque scopo, che sia il servizio agli altri o a se stessi. Le leggi, che sono la prima distorsione della Legge dell’Uno, vengono quindi attuate e l’illusione di spazio/tempo, viene quindi utilizzata quale mezzo per ottenere dei risultati di quelle scelte fatte liberamente. Così tutte le entità imparano, indifferentemente da ciò che cercano. Tutti imparano la stessa cosa, alcuni rapidamente altri lentamente.

INTERVISTATORE: Utilizzando come esempio la quinta densità riferita al complesso di memoria sociale di Orione, qual era la loro precedente densità, prima che divenissero quinta?
RA: Sono Ra. Il progresso attraverso le densità è sequenziale. Un complesso di memoria sociale di quinta densità sarà costituito da complessi di mente/corpo/spirito raccolti dalla quarta. Quindi il conglomerato o la massa di mente/corpo/spirito si fonde e i risultati sono dovuti alle infinite possibilità di combinazioni delle distorsioni.

INTERVISTATORE: Sto cercando di capire in che modo un gruppo, come quello di Orione, progredirebbe. Come sarebbe possibile, se tu fossi nel gruppo di Orione, e indirizzato al servizio al sé, avanzare dalla nostra terza dimensione alla quarta. Che apprendimento sarebbe necessario?
Ricorderai che coloro non orientati al servizio degli altri possono, nondimeno, trovare e utilizzare il passaggio verso l’infinito intelligente. Questo vale per tutte le densità nella nostra ottava. Non possiamo parlare per coloro che stanno sopra di noi, come voi direste, nel successivo quantum o ottava di essere. Questo è, tuttavia, valido per questa ottava di densità. Gli esseri vengono raccolti perché possono vedere e rallegrarsi della luce/amore dell’appropriata densità. Coloro che hanno trovato questa luce/amore, amore/luce, senza il beneficio di desiderare di servire gli altri, hanno nondimeno, tramite la Legge del Libero Arbitrio, il diritto di utilizzare quella luce/amore per qualsivoglia scopo. Inoltre, bisogna aggiungere che ci sono sistemi di studio che permettono a coloro interessati alla separazione, di conquistare questi passaggi.
Questo studio è difficile quanto quello che ti abbiamo descritto, ma alcuni possiedono la perseveranza necessaria, proprio come te che desideri perseguire il difficile cammino della conoscenza allo scopo di servire. La distorsione sta nel fatto che coloro che ricercano il servizio del sé vengono considerati dalla Legge dell’Uno proprio come coloro che cercano di servire gli altri; non siamo tutti uno? Servire se stessi e servire gli altri è un doppio modo di dire la stessa cosa, se si è in grado di capire l’essenza della Legge dell’Uno.”

quindi, detto in parole povere esistono coscienze (sia che siano uomini, o ET, sono comunque parti di coscienze dell’infinito amore che ci ha creato) che nel loro cammino evolutivo usano le loro conoscenze/capacità non per aiutare, ma per assogettare e vampirizzare gli altri. semplicemente sulla terra in questo momento c’è un centro di potere (volte chiamarlo elitè?) dietro cui c’è una coscienza collettiva (i parassiti dimensionali) proveniente dall’universo che ha deciso di progredire usando le proprie conoscenze/capacità per comandare e assoggettare gli altri. sarà difficile da accettare, ma il male è una forma attraverso cui alcune coscienze si evolvono. in senso assoluto non c’è giusto, non c’è sbagliato, SONO DUE VIE di evoluzione verso la comprensione dell’unita del creato. ecco il dualismo bene-male, giusto-sbagliato, buoni-cattivi, che è appunto una distorsione della più grande legge dell’universo: non esiste dualità, tutto fa parte del grande occhio che ci guarda e che ci ama.

potrà non piacervi, ma così stanno le cose. è riduttivo pensare a questi vampiri come “cattivoni” da distruggere. anch’essi stanno facendo la loro evoluzione. anch’essi fanno parte della vita, come (molto più in piccolo: il microcosmo è uguale al macrocosmo) le zanzare, o le sanguisughe.

ma questo non è certo una giustificazione, nè un lasciapassare a una via evolutiva che certo non appogio, su cui non concordo. come contrastarli? intanto che ognuno di noi faccia la sua via verso la luce. ed essi non ci potranno toccare. se hanno presa su qualcuno (o su tanti) , è perchè sono attirati dalle stesse loro forme/pensiero, magari primitive, ma sempre votate al lato oscuro, al cercare il comando sugli altri, l’imporre con la forza le proprie ragioni sul prossimo. quante volte accade questo sulla terra?

ho trovato riferimenti simili e per certi versi più esaustivi nel libro di bona “il palpito dell’uno”. se siete interessati ne parlerò più avanti.

Advertisements

8 Responses

  1. Io sono molto interessato a tutti questi generi di approfondimenti 🙂

    Amico parvatim, leggi anche le riconnessioni sempre su stazioneceleste se non l’hai già fatto

    Hai già realizzato il concetto di Oversoul e Multidimensionalità?.

    Grazie

  2. ciao timor.ho presente quanto menzioni.sono argomenti interessanti. ma come sempre il channeling è pieno di cover-up, quindi attenti ai falsi profeti. in quanto al resto, la forza interiore è l’unica arma, che ci renderà simpatici anche i parassiti: sono parte della vita come noi. come sempre, nulla di nuovo. andiamo a cercare riscontri moderni, ma già da milleni la storia della filosofia dice queste stesse cose. ciao

  3. Alcuni passaggi non sono chiari: in che senso uno evolve attraverso l’egoismo?

    Nel complesso interessante, sebbene non esaustivo del problema. Inoltre…

    Ciao!

  4. caro zret, domanda illuminante. decisamente ci sono nella questione molti lati oscuri. spero il mio post ne chiarisca almeno alcuni. diciamo che il bene/male sono due distorsioni (possibilià) della legge dell’unità della vita. e qui niente di nuovo.l’advaita vedanta già dice queste cose. ne consegue che una via è il percorso verso la luce/alto aiutare gli altri.
    un’altra l’oscurità/egoismo. almeno in questa ottava dimensionale di conoscenza.
    scopo della VITA è che le parcelizzazioni dell’unità/dio che noi siamo da un cammino di ignoranza acquisiscano consapevolezza/conoscenza attraverso le dimensioni temporali dell’esistenza. il polarismo bene/male è la duplice via attraverso cui si snoda l’evoluzione.
    IL MALE E’ INDISPENSABILE COME IL BENE. il dolore come la gioia sono vie di apprendimento. il piacere come la tristezza. sono essi che permettono il fluire della vita. dimmi dove non è chiaro, caro zret.
    vuoi una visione più romatica e meno esopolitica? cosa desidera un cavaliere? combattere contro i nemici. non vincere i nemici. è la battaglia che lo fa crescere (sia nelle vittorie che nelle sconfitte).perchè è dalla battaglia che lui acquisisce il suo bagaglio di cavaliere. non c’è fine, non c’è inizio ma un continui fluire di noi, piccoli granelli di vita. credo che tutto sia più chiaro se si allarga la visuale uscendo per un attimo dal nostro microcosmo terrestre.
    perchè ringraziare i cattivi/parassiti/egoici? essi aumentano la nostra combustione interiore. sono un aiuto per velocizzare la nostra evoluzione. il compito difficile aumenta l’impegno, no? la evoluzione di loro cattivoni come si snoderà? penso che pur essenso nell’ombra dovranno essi stessi abbracciare la luce, prima o poi. li vedo come parti della vita che si sono perse nella ricerca. combattiamoli per aiutare essi stessi a ritrovarsi. ciao

  5. Parvatim, nel mio universo, non sono solo un argomento interessante ma la realtà profonda di una forma di risveglio o meglio di apertura o espansione.
    L’Oversoul che ha strutturato il mio universo si è manifestata in sogni ed esperienze transpersonali e nonostante apparentemente la mia persona non sia altro che una foglia dell’albero, la stessa linfa scorre ovunque e può portarmi ad essere il tronco come qualsiasi altra foglia.
    Perchè chiamarla Oversoul e non Sè o Dio?
    Solo perchè mi dà un senso di intimità e calore sapere che certe maschere frattali siano più intime di altre. E’ come se quell’albero fosse dentro a un altro albero e così all’infinito creando complesse geometrie, ma tutto quello che Esiste appartiene comunque alla stessa linfa.
    L’amore dell’Uno può portare serenità e appagamento anche al lato oscuro, perchè dove andrebbe il male se non avesse un altro da se da combattere, da odiare?
    Ma inizialmente (nel non tempo dell’eternità) abbiamo dovuto creare l’illusione della disintegrazione,della schizofrenia per conoscerci, per vedere ciò che veramente eravamo, per giocare.
    E’ un gioco crudele e doloroso si, ma anche delizioso e commovente e nulla dal nostro stato originario c’avrebbe impedito di farlo iniziare.
    Abbiamo tutti deciso insieme di esserci al di là del tempo

    Ciao

  6. Carissimo Parvatim, concordo in linea di massima con te, ma è una questione di dosaggio. Quando un farmaco viene somministrato in dosi massicce, il paziente muore. Il male è un farmaco di cui si sta abusando.

    “L’ingiustizia domina incontrastata in questo mondo. Fra il Male ed il Bene non c’è alcun equilibrio. Ad esempio, se, da un canto, sono necessari vent’anni per portare alla prima maturità un figlio, dall’altro basta un decimo di secondo perché muoia. Centinaia d’anni per costruire una città; un decimo di secondo perché un terremoto la inghiotta. (A. Di Benedetto)

    A volte sono incline a pensare che il Male sia inerente all’essere stesso, ma, nell’ambito di queste riflessioni, vorrei accennare alla possibile origine del Male, inteso come altro dal Bene. Dissento da chi ne nega l’esistenza, affermando che l’universo è perfetto ed armonioso e che il negativo non esiste, essendo solo una percezione umana, distorta ed errata, rispetto ad una “realtà” che trova la sua piena giustificazione in sé stessa.

    I negatori del negativo mi dovrebbero spiegare i cataclismi cosmici con cui una supernova inghiotte mondi e civiltà evolute, così come tutta la nequizia e l’infamia che albergano su questo “atomo opaco” chiamato Terra. Dovrebbero quindi chiarire i motivi del Male in tutte le sue molteplici, odiose forme: dalle torture contro i bambini e gli animali al tedium vitae, dalle carneficine all’assurdo dell’esistenza quotidiana, dalle malattie mortali al fastidio intollerabile per gli altri e per noi stessi, dalla prospettiva di un’immortalità indesiderata alla buia caduta nel nulla etc.

    Quale potrebbe essere, precisato ciò, la genesi del Male?

    Esso potrebbe essersi insinuato nel cosmo come errore del programma, non più corretto (vedi Credere?). In tal caso Dio non sarebbe perfetto.

    Il Male potrebbe essere derivato da una ribellione di creature spirituali contro Dio che, rispettoso del libero arbitrio di questi esseri, avrebbe consentito loro di invadere e di aggredire l’universo a mo’ di parassiti, in attesa di distruggerli o di reintegrali nell’ordine primigenio, insieme con tutto il resto.

    Il Male potrebbe essere stato causato dal demiurgo, l’architetto e l’artefice dell’universo: ecco perché la sezione aurea, i rapporti numerici all’interno del cosmo, le corrispondenze e l’eleganza formale (dalle galassie al D.N.A.) non sarebbero tanto la prova di un’armonia divina, ma la traccia di un disegno mirabile ma gelido. Non a caso, nel Medioevo, la logica e la simmetria erano considerate prerogative del demonio… “Tu non credevi ch’io loico fossi”: chiosa compiaciuto il diavolo che porta via con sé l’anima di Guido da Montefeltro.

    Il Male potrebbe essere stato progettato e previsto come strumento per un’elevazione spirituale delle creature attraverso il tempo. In tale ambito, il tempo stesso diventa sinonimo di negatività. Un gioco parecchio crudele…

    Il Male potrebbe essere imputato al peccato di superbia dei Progenitori: è questa la spiegazione biblica, almeno quella correlata ad una lettura convenzionale del Genesi.

    Ognuna delle precedenti ipotesi, crea più problemi filosofici di quanti non ne risolva e ciò ci fa comprendere che, di fronte all’enigma del Male, siamo come al cospetto della Sfinge, muta, impenetrabile. E’ nella natura umana, però, cercare le risposte, soprattutto quelle che non si possono trovare”.

    Ciao!

  7. Caro Zret sei mai andato nel nocciolo del tuo essere laddove il Male Assoluto cova nel silenzio?
    Il vero male, quello che appartiene solo a te stesso e non semplicemente quello “raccontato” degli altri, l’hai mai vissuto?
    Lo strupro di ogni tua più dolce fantasia, la più angosciante disperazione, l’assoluto nonsenso, l’irrestistibile tentazione di porre fine a un’inutile e meschina esistenza; questi veleni hanno mai navigato le tue vene?
    E se si? Che cosa ti ha risollevato? Che cosa ti ha impedito di cedere completamente?
    Paura, fede o speranza?
    Personalmente ringrazio quelle esperienze di puro terrore e disperazione che mi hanno mostrato cosa si agita nel mio animo che non voglio vedere e perchè il mondo è così polarmente rappresentato.

    Consiglio a tal proposito il film 1408

    Si stima che solo il 7,8% della popolazione che vada incontro ad eventi intensamente traumatici sviluppi successivamente un disturbo post traumatico da stress.
    Come ebbe a dire nonno Freud:” un evento traumatico è una esperienza singola, o di una situazione protratta nel tempo, le cui implicazioni soggettive, cioè idee, cognizioni ed emozioni ad essa collegata, sono nel complesso superiori alle capacità del soggetto in quel momento di gestirle o di adeguarsi ad esse, cioè di integrarle nella psiche”.

    Ma tu scommetto sarai sempre in grado di integrarle.

    Ciao

  8. http://www.stazioneceleste.it/recon/Trasmissioni/illusione_controllo.htm

    Che effetto ha su di voi un simile testo?
    Trovate qualche elemento di coerenza con la vostra attuale rappresentazione di realtà?

    Con affetto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: