l’ultima frontiera della paura: i delitti perfetti impossibili

m9yt.jpg

va bene che io sono molto complottista, ma questa notizia sulla strage di erba mi ha fatto suonare più di un campanello nel cervello.

iniziamo col dire che la paura è il più grande meccanismo di controllo perpetrato dall’elitè sugli abitanti del pianeta terra. paura di che? di essere poveri, di essere brutti, paura di non piacere agli altri se non si entra nei canoni della moda ( moda sociale, moda di pensiero, di atteggiamento, di comportamento, cioè: il conformismo sfrenato) , e paura del prossimo, della violenza che percepiamo in modo quotidiano nella nostra vita.

boijs nel suo documentatissimo blog, giustamente dice: “Mi sono preso “l’autorità” di fare un’analisi, per quanto possibile più vicina al reale, sul tempo dedicato dai TG nazionali alle informazioni trasmesse, con questo risultato:

1) Cronaca nera italiana 35%
2) Politica italiana 15%
3) Cronaca nera internazionale 10%
4) Politica internazionale 5%
5) Attualità 5%
6) Gossip 10%
7) Moda 8%
8) Cultura 4%
9) Cibo & Vino 7%
10) Altro 1%

Pur con varie differenze (come su Studio Aperto e il TG4 di Mediaset dove il pettegolezzo e l’omicidio la fanno da sovrano) la fa di gran lunga da padrone la cronaca di fatti orribili successi nelle “famiglie” italiane e straniere…”

come non essere d’accordo col suo ragionamento? quante volte ci hanno sbattuto in tv dibattiti e notizie perverse su: cogne, garlasco, perugia, erba? e secondo voi perche? mi sembra ovvio: c’è una regia occulta che attraverso questi assurdi dibattiti instilla nei deboli di mente fobie che sempre più si radicano. fobie che creano un odio latente nei confronti degli altri e che influenzano ogni rapporto sociale. si dice spesso che una volta la gente era più cordiale, si aiutava in modo più spontaneo, mentre ora ciascuno è chiuso nel suo guscio di paura e fobie. anche qui: come negare questo dato di fatto?

naturalmente spero converrete con me che la nostra divisione è un LORO meccanismo di controllo cruciale. se tutti perseguissimo insieme un obbiettivo, con coscienza e non spinti da paure o da bisogni finti, LORO che farebbero? non ci sarebbe mezzo per fermarci.

ora vorrei lanciare l’ennisma provocazione del complottista ( la mia), che nemmeno io so come inquadrare: se una elucubrazione maxima del mio “complottismo”, oppure…mi piacerebbe dire un’ipotesi plausibile…ma mi sembra francamente troppo: perchè di questi delitti sopramenzionati (erba, cogne, garlasco, perugia) non si riesce a trovare in modo lampante un colpevole? una ricostruzione inequivocabile dei fatti? e dire che si muovono fior fiore di investigatori. parliamo di garlasco: come può alberto reggere per ore e ore di interrogatorio senza crollare? e come mai nessuno trova un indizio chiaro e definitivo sulla scena del delitto? e cogne? quanti punti interrogativi ancora esistono? ora arriva l’ultima su erba: non c’è un reperto biologico ( sangue, saliva, sudore) che supporti la ricostruzione dei fatti…un puzzle dove niente coincide.

sono troppi questi delitti in cui niente coincide. io francamente faccio fatica ad immaginare alberto di garlasco come una mente diabolica e fredda da reggere ore di interrogatorio serrato senza crollare. e i due coniugi di erba: ve li vedete in meno di 5 minuti dopo la strage scendere nel pianerottolo di casa, lavarsi, e pulire i vestiti in modo che nessuno dei ris trovi la benchè minima traccia? chiaramente non è possibile, e infatti nessuno se lo spiega.

allora cosa c’è dietro questi omicidi? una regia occulta che li confeziona per poi fare in modo che i media li usino come strumento per aumentare le paure sociali? mi sembra un’ipotesi, anche per me veramente troppo. eppure, dei dubbi sulla strage di erba si sa da circa 1 mese, ma nessuno dei media ne ha parlato.

quindi: o fior fiore di investigatori, i ris e tutti gli inquirenti sono dei dilettanti incredibili, oppure…

Advertisements

7 Responses

  1. vorrei rimandarti a un mio post..
    credo che almeno in parte c’entri

    siamo uomini, non pecore!

  2. è proprio vero !
    penso che lo stesso accada con i politici che continuano a ripetere che abbiamo paura, che vogliamo più sicurezza, ecc..

  3. Ciao Parvatim! Grazie per il sito molto informativo.Scusa per l’OT ma ieri sera su rtl 102.5 era opite angelo bona che parlava dell’uno

    Ciao a presto

  4. me lo sono perso, l’intervento di bona. è stato interessante? grazie e a presto

  5. Si è stato interessantissimo.naturalmente gli argomenti sono quelli del libro il palpito dell’uno.Sono stato contentissimo e stupito nel trovare alla radio ciò non potevo crederci, mi sembrava un sognoi.Ma poi non potevo credere al fatto che ci fosse gente che telefonava e inviava sms(perchè l’ho visto in diretta in tv) alla radio che conosceva l'”argomento” dell’Uno,adirittura è apparso un sms dove gli si chiedeva se i maestri o i contatti delle ipnosi regressive fossero gli dei che dicono di aver creato la razza umana, ma questo sms non lo hanno letto e quindi non era stao preso in esame, ma d’altronde l’argomento della serata era sull’Uno

    Ciao e a presto se hai msn,cmq il mio indirizzo e-mail è quello che inserisco nel form per i commenti

    Ciao e scusami se ti rispondo con un pò di ritardo

  6. Carissimo Parvatim, approfitto della tua ospitalità, sempre che tu intenda concedermela, per sottoporre a te e ad altri l’estratto di un penoso carteggio elettronico tra un tal Americo di Fiumicino e la redazione del quotidiano genovese “Il Secolo XIX” in occasione della pubblicazione di una notizia che riguardava l’uccisore
    di una ragazza a Sanremo.
    Il detenuto in questione, durante l’accoltellamento della vittima si era seriamente lesionato i tendini di una mano e quindi andava operato.
    Lascio immaginare a voi tutti il tenore delle lettere che sono arrivate in redazione…
    Neanche un briciolo di pietà verso un individuo che – d’accordo – si è macchiato di una colpa gravissima, ma che necessita di un intervento chirurgico. I “butterei via la chiave”, “ci vuole la pena di morte”, “io lo lascerei così” ecc. ecc. si sprecano in occasioni come queste. Diventiamo tutti dei giudici implacabili, senza macchia e senza colpa, pronti a sfoderare il peggio di noi… quasi che il peccato e l’errore non ci riguardassero.
    Dal tono di alcune lettere traspare quel desiderio irrefrenabile di violenza, e comodamente seduti davanti ad una tastiera ci trasformiamo da pecore in leoni, salvo poi…

    Ma ecco a voi :

    11/12/2007 – 15:29
    americo, fiumicino, roma
    FOSSI IO GLI FAREI TENERE IL DOLORE MERITA QUESTO E ALTRO PER QUELLO CHE HA FATTO ALLA POVERA ANTONELLA CHE RINNOVO LA SOLIDARIETA’ ALLA FAMIGLIA MULTARI QUESTE COSE NON SI POSSONO ACCETTARE PER LA GRAVITA’ INAUDITA DEL FATTO**************

    11/12/2007 – 16:21
    americo, fiumicino
    mi fa tanto male sentire 2 ragazze uccise l’altro giorno ho sentito che gli faranno la perizia psichitrica ma butterei le chiavi, ho sentito una sua intervista e dice che vuole parlare con antonella non se ne e’ reso ancora conto di quello che e’ ha fatto noi italiani si.

    11/12/2007 – 16:40
    Redazione Il Secolo XIX
    Gentile Americo, siamo costretti a tagliare la parte che riguarda il sostituto procuratore Zucca perché le sue affermazioni configurano la diffamazione, reato di cui dovremmo poi rispondere anche noi in concorso con lei, ammesso che la si riesca a rintracciare. Le ricordiamo che un’ispezione ministeriale ha giudicato ineccepibile l’operato del magistrato.

    11/12/2007 – 16:46
    americo, fiumicino
    mi scuso con la redazione per il disguido e con il pubblico ministero mi sono sbagliato a scrivere quelle cose scusate tutti.

    11/12/2007 – 17:14
    americo, fiumicino
    mi scuso ancora con il pm zucca chiedo di non essere rintracciato mi sono sbagliato la prossima volta faro’ piu’ attenzione auguro buone feste alla redazione al pm e soprattutto al pm gli auguro buon lavoro scusate tutti.

    11/12/2007 – 17:20
    americo, fiumicino
    redazione mi fate sapere se e’ finito tutto con le pubbliche scuse oppure no ci conto di avere una risposta rinnovando le scuse al pm.

    11/12/2007 – 17:54
    Redazione Il Secolo XIX
    Gentile Americo,
    nessun problema, stia tranquillo.

    Quanti Americhi popolano il magico mondo del web?

    Un caro saluto a te e a tutti voi

  7. grazie jj per la segnalazione, in effetti la cattiveria che certa gente ha è incredibile….
    il LORO scopo è tenerci divisi e paurosi, l’uno contro l’altro a scannarci per cose stupide e vuote. impediamolo….
    ciao

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: