i politici, il signoraggio e le elezioni

vi allego tre video in cui potete vedere cosa pensano alcuni partiti sul signoraggio. che io sappia ( e dalle ricerche che ho fatto) risultano gli unici di questa campagna elettorale che affrontino questo tema nel loro programma. anche se come sapete il programma equivale a carta straccia.

in particolare fa un pò ridere (almeno a me) sentire parlare storace di signoraggio, proprio lui che da governatore del lazio ha portato le casse della sanità laziale nel baratro grazie a nomine politiche a non finire. ma adesso direte che odio la destra…e sicuramente ( lo confesso) non voterò per loro…

fantastica l’analisi di ferrando sulla sinistra moderata ( quella di water veltroni): di sinistra solo l’etichetta. sono schiavi delle corporations economiche. e come dargli torto? se volete votare wuolter pensateci bene…

2 Responses

  1. La definizione di Ferrando circa la Sinistra veltroniana è corretta, ma la medicina da lui proposta e cioè la nazionalizzazione delle Banche fa ridere anche i polli. Un altro aveva avuto la sua stessa idea verso il 1960, tale Che Guevara.
    E l’aveva pure realizzata portando alla catastrofe economica l’isola di Cuba.

    Si, bravo: un banca unica e nazionalizzata in modo che di ricca o ricchissima e ultraprivilegiata vi sia solo la nomenklatura del Partito.
    Tutti gli altri ridotti a un nugolo di pezzenti che si accontentano del tozzo di pane oltrechè di vivere in catapecchie ( proprio come a Cuba e in tutti gli altri paesi comunisti). Che idea originale!

  2. non credo che il problema sia statalizzare o privatizzare le banche, ma mettere al controllo delle banche persone serie. se invece ci sono persone poco serie, o ladri, sia in un regime liberista puro o in un regime statalista puro l’ingordigia di pochi prevarrebbe sul benecomune. infatti a cuba è successa la stessa cosa che da noi ( cioè un’elitè che comanda), ma con un regime statalista ( o comunista).

    per fare questo bisogna che tutti abbiano un alto livello di consapevolezza e abbiano abbandonato la terribile prigione dell’egoismo e la continua ricerca della sola soddisfazione materiale. cosa ben lontana in questo momeneto in tutto il mondo.

    per quanto riguarda ferrando, ha il vantaggio di essere all’opposizione e poter “contestare”. penso che sia l’unica cosa che ha fatto e vuole fare in vita sua. se lui dovesse essere al potere ( come premier) ad esempio credo si troverebbe lui stesso in difficoltà.

    un conto è fare opposizione e contestare, un conto proporre e costruire…non per questo lascierò il mio voto a veltrusconi, a casini…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: