religione della beatitudine o paganesimo necrofilo?

sapete bene cosa penso della chiesa vaticana: è una spudorata invenzione secolare che serve al controllo mentale dei popolino ignavo. un sistema di potere infiltratissimo (anche in alte sfere politico-economiche mondiali), con un regime maschilista-patriarcale ferreo, in cui i baluardi di cui si vantano ( verità, libertà, gioia, beatitudine eternea) coprono una realtà fatta di aspetti ben diversi come il potere dispotico, l’autoritarismo, la menzogna, la falsità, l’autoproclamazione della propria infallibilità. per fortuna sempre più sembrano accorgersi della cosa. mi rendo conto di come questo sia difficile, visto il bombardamento mediatico di menzogne a cui veniamo sottoposti e la radicata forza che questa religione inventata ha nelle abitudini sociali italiane.

ma è il virus peggiore da cui dobbiamo guarire. ecco un articolo di liberonews riguardo all’espianto del cuore di papa wojtyla come santa e veneranda reliquia.

“La religione che fino al 1984 fu di Stato anche in Italia non finisce di stupire. Il cattolicesimo che rifiuta gli idoli sembra, ancora oggi nel 21esimo secolo, venerare le reliquie, che altro non sono che parti di cadavere o oggetti appartenuti al Santo o come in questo caso al Beato quando era in vita. Dopo la vicenda dell’esumazione del corpo di Padre Pio – che ha rischiato di avere risvolti giudiziari – e della sua esposizione che avverrà il 24 aprile a San Giovanni Rotondo, ecco ora il caso del corpo di Karol Wojtyla. I resti di Papa Giovanni Paolo II (morto il 2 aprile del 2005) sono infatti contesi da Roma e Cracovia.

La Chiesa di Polonia, terra d’origine del Santo Padre, chiede che il cuore di Wojtyla venga sepolto in patria, dove sognano di seppellirlo nel castello dei re a Cracovia. In vista della beatificazione che in Polonia è attesa entro l’anno il vescovo Tadeusz Pieronek fa una precisa richiesta a Benedetto XVI. L’ex segretario della Conferenza episcopale polacca, già presidente del tribunale diocesano di Cracovia ha affermato che “non è escluso” che dopo la cerimonia di beatificazione il cuore di Giovanni Paolo II venga inumato, quale reliquia, nella città dove è stato arcivescovo e cardinale: Cracovia. Prima ovviamente dovrà avvenire l’esumazione del corpo dell’85enne pontefice fa e presumibilmente in quell’occasione si dovrà procedere all’espianto poiché a distanza di appena tre anni dalla sepoltura i sacri resti non saranno già stati intaccati dall’erosione del tempo.

Sul trasferimento dei sacri resti arriva una conferma dal portavoce del cardinale Dziwisz a Cracovia. «Dopo l’elevazione all’onore degli altari del servo di Dio Giovanni Paolo II – ha detto il portavoce don Robert Necek – Cracovia sicuramente riceverà reliquie di Giovanni Paolo II». Ma sarà Papa Ratzinger a decidere quale sarà la reliquia che meriterà di essere trasferita in Polonia. I polacchi non si accontenteranno certo di un frammento sacro qualunque. No a un souvenir qualsiasi, ma proprio parti del corpo, organi che una volta erano irrorati del sangue del santo e che oggi sono soltanto cellule decomposte. Quindi, nel caso si decida questa Cosa ne pensi di questo aspetto necrofilo di una religione che esalta la spiritualità dell’uomo? Perchè violare così il corpo di un defunto e per lo più di un Papa così amato? Siamo tornati nel Medioevo? Dì la tua. (Libero News)”

Advertisements

6 Responses

  1. Il culto delle reliquie non è soltanto appannaggio della Chiesa di Roma ma anche di tutte le altre Religioni antiche, di quelle cioè le cui radici pescano nella dimensione del Sacro.

    E non basta. Il culto delle reliquie si è affermato paradossalmente anche in una religione laica, figlia prediletta della setta degli Illuminati, che si chiama Comunismo. Pensiamo alla superstiziosa venerazione di cui è stato fatto oggetto per decadi il corpo di Lenin.

    Allora è giocoforza ammettere che il rispetto, giustificato o meno che sia nei confronti dei resti mortali di un individuo, riflette un comportamento atavico, quasi istintivo insito nell’animo umano.
    In altri termini l’indviduo avverte nella massima parte dei casi in modo oscuro e inconscio che a parti del corpo di una persona defunta sono legate come delle influenze sottili, invisibili.

    Ma la mentalità moderna, per quanto superstiziosa, appare troppo grossolana e ignorante per afferrare anche solo subliminalmente certe realtà. Un conto è ovviamente la santità – e allora le influenze spirituali per loro natura benefiche verranno effettivamente comunicate tramite frammenti del corpo mummificato dell’asceta stesso defunto – un conto è invece la dabbenaggine se non proprio l’oscurità spirituale di cui un personaggio come Woityla faceva sfoggio di sè in vita.

    Personalmente nutrirei grossi scrupoli nel piazzare delle ‘reliquie’ di tale pontefice nei pressi di casa mia. C’è il rischio che portino male, scalogna, sciagura. A dire il vero, sarebbe meglio che si portassero via tutto il cadavere di questo individuo non poi così lontano dalla condizione interiore di ‘santo di Satana’ nella sua ‘povera Polonia’.
    Tutti avremmo da guadagnarci.

  2. caro apolo, sono d’accordo con te.
    solo una cosa: nel buddismo o nel’animismo dei pellerossa non c’è venrazione di reliquie.

    in questo non tutte le religioni sono uguali.ciao

  3. Scusa Parvatim,non è una critica,ma anche nel buddhismo c’è il culto delle reliquie,non in tutte le scuole buddhiste,ma in quello tibetano(tantrismo)in particolare c’è. Riporto alcuni link,ma ce ne sono molti altri http://www.taracittamani.it/Documenti/eventi_home/le_reliquie.asp …… http://www.maitreyaproject.org/it/relic/index.html Ci tengo a sottolineare che non è una provocazione ma soltanto voler far chiarezza su di alcune cose. C’è da dire che il buddhismo però è sicuramente molto differente dal cattolicesimo e dalle altre religioni. Ciao

  4. non lo sapevo, del buddismo tibetano e delle reliquie.

    nondimeno credo che lo spirito che li muove sia diverso da quello della finta religione di roma.
    ciao e grazie per la precisazione

  5. Lo spirito,in alcuni casi è certamente diverso,ma in altri è lo stesso. La menzogna,quando c’è una gerarchia monastica è all’ordine del giorno. Io conosco abbastanza bene l’ambiente buddhista e so che,anche li,ci sono cose poco chiare. Come la creazione dei Tulpas http://www.ricercapsichica.it/articoli/magia1.htm ….. http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=282413 …. Ciao

  6. esatto, là dove c’è la menzogna, che si tratti di cattolicesimo o buddismo, l’intento è oscuro.
    del resto, le parole di gesù sono molto vicine alla filosofia orientale.

    la sacra romana chiesa è molto vicina al concetto di vampirismo. ciao

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: