agli italiani piace il berluskaz. perchè?

mi addentrerò in una analisi personale di questa tornata elettorale.

si è dissolto bertinotti, e in fondo se l’è cercata. nello scorso governo ha perso credibilità verso il suo elettorato votando ogni cosa decisa dal duo padoa schioppa-prodo che a sua volta prendevano ordini dall’elitè bancaria europea-anglosassone. welfare ridicolo, prebende alla chiesaa non finire, sgravi solo alle aziende e nulla contro lo strapotere bancario. ( clikka qui la mitica seduta in cui bertinotti zittisce buontempo che vuole parlare del signoraggio bancario). l’elettorato di sinistra lo ha lasciato bollandolo ( a ragione) come non più credibile.

si è dissolto casini che puntava sulla spinta della chiesa, delle acli, che invece non c’è stata. evidentemente ( ma è un parere personale) la chiesa ha dirottato il suo voto sul berluskaz. che la chiesa abbia una dote di voti e possa spingerla a suo piacimento è cosa ovvia. evidentemente dentro il vaticano pensano che il neo-centrismo alla vecchia DC sia una cosa non più attuabile

si è sgonfiato il patetico e gommoso water, che ha sposato come prodi la politica delle multinazionali bancarie e del qualunquismo a oltranza.

è resuscitata la mummia di arcore, che davamo tutti per spacciata fino a pochi mesi fa. perchè? se ricordate in un post di qualche mese fa abozzavo una ipotesi ( leggendola adesso è di una veggenza politica unica-clikka qui). in generale credo che qualsiasi forza politica vinca ( o vada al governo) sia per forza appoggiata da poteri forti (o massoneria, o elitè), e questa elitè una volta scelto il candidato fantoccio che seguirà gli ordini userà mezzi di persuasione ( media, ad esempio) per venderlo al meglio all’opinione pubblica stolta. e qui sta in fondo la vera chiave: la gente stolta che abbocca alle stupidaggini, alle frasi fatte del peones di turno.

un mio vicino, di ceto non certo abbiente, ma di quelli che si presume si arrabattino ogni mese, mi diceva convinto di votare pdl perchè aveva promesso: “via bollo auto, e meno tasse in 13 esima”. ma come si fa?

siamo arrivati al vero dunque. a parole siamo tutti ( per lo meno la stragrande maggioranza) per un mondo senza ingiustizie, con meno disuguaglianze economiche, in cui c’è la certeza della pena, in cui c’ assistenza sanitaria per tutti, in cui i bambini sono difesi e aiutati, in cui si premia la famiglia, in cui si combatte la malavita, e poi si vota chi nei fatti ( nel suo governo precedente e nella sua storia personale) ha fatto l’esatto contrario.

anzi a vedere bene sia vuolter sia berluskaz hanno programmi simili e di fatto se anche il pd fosse andato al governo sarebbe cambiato davvero poco. ma la gente ha votato berluskaz e non vuolter.

perche? tempo fa lessi una frase di un cronista mediorentale che diceva a proposito di gheddafi: “voi in europa non capite, ma nell’area islamica c’è il culto del leader forte e risoluto, e in libia gheddafi, in egitto mubarak vincono perchè incarnano questo ideale socialmente molto radicato”

in italia succede più o meno la stessa cosa. berlusconi è sicuramente più leader dell’insignificante veltroni ( così come dei patetici d’alema, fassino, prodi…) e per questo ha vinto. nel corso degli anni grazie al potere mediatico si è costruito l’immagine di vincente, di uomo super, di brillante trombeur, di uomo dalla spiccata personalità. e questo ipnotizza le massaie, i pensionati, e l’italiota medio che passa le sue serate sbracato davanti alla tv. e così berluscaz con qualche proclama ridicolo: dal vigile di quartiere alla abolizione del bollo auto, dal meno tasse per tutti al milione di posti di lavoro, incarna la figura del condottiero invincibile e sposta la scelta del voto da una scelta di contenuti a una scelta di immagine. con un meccanismo non dissimile da quello con cui mussolini incantava le femmine e le folle non meno di 60 anni fa.

e i contenuti, come sempre, vanno a farsi benedire. che volete, è il retaggio di una società ( la nostra) basata ancora su dinamiche patriaracali, in cui vince il più forte, in cui c’è il mito del super-uomo, in cui ci si affida al personaggio che di volta in volta incarna l’amante sognato, il potente invidiato, il pater familias presente nell’inconscio sociale.

per i grulli che lo hanno votato vi svelerò alcuni scenari futuri:

-sempre più facezie in tv

-sempre più prebende alle grasse vacche vaticane

-sempre più evasione fiscale

-sempre meno servizi sociali

-sempre più malavita e arrivismo nella società

-sempre più potere alle corporations

-sempre più neo-imperialismo americano

-sempre meno rispetto verso che sta peggio, dagli anziani, ai disabili

-sempre più nepotismo e raccomandati

-sempre meno certezza della pena

poi magari sì, avrete meno ici da pagre, meno bollo auto, più veline in tv….se è questa l’italia che volete…

Advertisements

7 Responses

  1. Come si dice dalle mie parti, l’alternativa era fra il bere e l’annegare.
    Secondo te, quale delle due possibilità sarebbe stata la migliore?

    Riguardo al voto o al non voto, se tu non hai votato ci hanno pensato gli altri a decidere al posto tuo. A me il non voto non è sembrata una gran furbata.

    Personalmente detesto e il voto – una massa di numeri senza nome, pura legge della quantità – , disprezzo la democrazia che è stata fatta per i gonzi. Ma che vuoi, questa è la fine del Kali Yuga e, pur aspirando aduna società ideale, bisogna almeno ‘pro tempore’ adattarsi.

  2. secondo me votare berluskaz per protestare contro il nullafacentismo della sinistra ( moderata e non) è come darsi una martellata nelle palle.

    dimmi una cosa: se il partito no-euro avesse il 20% dei voti, le banche che farebbero? sarebbero più attente alle loro porcate?
    come il voto alla lega per il federalismo fiscale: mi fa ridere.
    il federalismo fiscale è una grande idea, ma la lega nei 5 anni di governo con berlusca l’ha ottenuta? no, e perchè dovrebbe ottenerla adesso?ciao

  3. nel misero paese degli italioti, berluskaz è l’unico che fa ancora sognare. che cosa propongono, dal punto di vista mediatico, brutte facce come veltroni, fassino, bertinotti, di pietro e ancora boselli, buontempo, storace? una miserevole vita fatta di tasse, doveri, sacrifici. nel cervello deviato del videodipendente va bene così, meglio un illusorio viso di plastica che ti promette la luna che i falliti miserabili politicanti (che fra l’altro probabilmente non trombano, brutti come sono). avanti così! a prescindere, credo che comunque il futuro sia del buonista veltroni, intrallazzato com’è coi poteri forti, più del mafioso berluskaiser. un futuro memorabile ci aspetta!

  4. caro stendec, sono d’accordo con la tua analisi.
    come sempre tutto si basa sui gonzi che bevono ogni stupidaggine propinatagli, o se vuoi usare un linguaggio meno terra terra, dalla mancanza di consapevolezza, dalla mancanza di ideali, dalla visione limitata delle cose. ciao

  5. Ciao. Per rispondere al tuo commento sul mio blog (http://carlofromparis.blogspot.com/), i Francesi questa volta mi hanno preso un po’ meno in giro su Berlusconi rispetto a quando era presidente del Consiglio: sanno che Silvio e Nicolas sono buoni amici (o maestro e allievo?). Pero’ di certo Sarko’ non ha il passato di Sivlio, altrimenti in Francia avrebbe potuto al massimo aspirare a fare le crepes in banlieu.
    In Francia non mai sentito parlare di scie chimiche: mi informero’.
    Ciao

  6. porca vacca ma allora non siamo tutti lobomotizzati!!!!!!
    qualcuno a cui i neuroni marciano a pieno regime esiste ancora.
    concordo al 101% su quello che hai scritto,cerchero’ di seguire il tuo blog.
    ciao adriano.

  7. Se la sinistra non pensasse solo a come riscuotere le tasse per mantenersi e mantenere tutti i parassiti d’Italia!!!! Avete capito o no qual’è la questione? le possibilità di fare business in Italia è ZERO

    SISTEMA FEUDALE DEL CAZZO

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: