gli organi hanno una memoria energetico-emozionale?

certamente si. lo dice la medicina taosista orientale e finalmente ce ne accorgiamo anche noi.

ma andiamo con calma. tutto parte da questa notizia (clikka qui): un tale sonny graham ricevette il cuore da una persona che morì suicida con un colpo alla testa. dopo il trapianto ha conosciuto la moglie del defunto, l’ha sposata, e pochi giorni fa si è suicidato con la stessa modalità del donatore del suo nuovo cuore.

una bella coincidenza, no? no, non è una coincidenza, dal momento che il caso non è isolato. oddio, di casi così clamorosi come questo non ne se conoscono, ma la casistica dei trapiantati è notevole, e in tanti casi ( quasi il 70%) i riceventi hanno cambiato gusti alimentari, tendenze caratteriali, modi di pensare/agire avvicinandosi sempre a quelli della persona da cui hanno ricevuto l’organo.

naturalmente non c’è spiegazione razionale-scientifica alla cosa, e tantomeno nel circo mediatico non troverete trasmissioni riguardanti l’argomento. troppo incredibile. o semplicemente metterebbe in discussione le finte certezze della finta-scienza che a man bassa ci propinano. insomma un dato è certo: non c’è spiegazione secondo i canoni meccanicistici e limitati che gli scienzaiati hanno.

ma allora, brancoliamo nel buio? nossignori. la risposta è vecchia di quasi 2 mila anni. e la troviamo in quel meraviglioso compendio di spiegazioni che è la medicina cinese. ogni organo è composto delle due componenti yin/yang. in cui per yin possiamo intendere la forma e funzione fisica dell’organo. per yang l’impronta energetica ad esso associata. e nell’impronta energetica troviamo i gusti, le tendenze emotive, la MTC ( medicina tradizionale cinese) le chiama: animee corporre.

il cuore ospita l’anima corporea detta shen, la più nobile tra tutte, da cui nascono sentimenti, pulsioni, la weltanshauung (visione del mondo) più personale do ognuno di noi. già nel testo lingh shu il cuore vien definito come il monarca, l’imperatore di tutti gli altri organi, per significare l’importanza che esso ha nella creazione di quella che noi chiamiamo sfera emotiva. il cuore insomma governa ( secondo questa antica visione, ma quantomai attuale) le attività emozionali, emotive, la coscienza, lo stao mentale, la visione più intima di sè stessi e del propro ruolo nella esistenza.

così si può supporre che il donatore ricevendo il cuore del suicida ne abbia ereditato i gusti, la visione emozionale della vita, perfino le sensazioni corporee ( innamorandosi perfino della moglie del donatore e sposandola), fino ad arrivare a viverne le emozioni più intime che hanno portato i due alla stessa tragica fine.

la stessa donna sposando poi due uomini diversi ma con lo stesso cuore potrebbe avere visto nel trapiantato atteggiamenti, emozioni che le ricordavano il primo marito morto suicida.

supposizioni certo, ma la teoria che suffraga il tutto è già lì da 2000 anni. ed è considerata roba da zulù, eppure…siamo alle solite: antiche conoscenze vengono seppellite, abbandonate, e magari derise, ma talvolta offrono una visione più unitaria e completa della vita.

che sia l’ennesima prova del complotto in atto e che coinvolge ogni ambito conoscitivo di questo pianeta? CERTAMENTE SI’ !!!!!

6 Responses

  1. Ciao, hai citato con molta precisione la visione taoista e cinese. Molti aspetti dello Shen, infatti sarebbero implicati in tali dinamiche. Purtroppo questa visione è vista come pura superstizione, etichettata come spazzatura senza il minimo appello.

    Se parliamo di bionergetica in maniera più scentifica, giungiamo alle stesse conclusioni, che vogliono l’uomo un complesso essere che trasmette emozioni, vibrazioni e conserva il patrimonio energetico sia a livello fisico, sia a livello sottile. L’anatomia sottile vuole il pensiero cristallizzato nel quarto corpo sottile, formato dalla nostra esistenza e dal vissuto nel corso degli anni.

    Nel caso di trapianto di organi, tuto questo partimonio energetico può essere trasferito al donatore, di fatto arricchendolo (in bene o in male) di queste ulteriori informazioni e retaggi del passato.

    PErsone che hanno subito trapianto di cornea hanno avuto esperienze di percezioni diverse dalle proprie, hanno visto cose apparentemente estranee al loro vissuto.

    Non sto dimostrando nulla, però forse è ora di vedere l’uomo sotto un più ampio punto di vista.

    Ciao, ottimo post!
    Ps. se ti interessa e non lo hai già fatto, ti lascio il link ad un mio articolo sui trapianti.

  2. ciao freenfo, una cosa è certa : la visione meccanicistica del mondo è quanto mai fuorviante e superata. solo i gonzi ancora non se ne accorgono. peggio per loro e per la loro salute.ciao

  3. Osservazioni giustissime e per noi ovviamente scontate. Più di vent’anni fa avevo scritto un articoletto sulle problematiche occulte dei trapianti. Non ce l’ho più ma ne ricordo grosso modo il contenuto.

    Certo, ogni volta che introduciamo dentro di noi materiale biologico appartenuto ad altra persona introduciamo contestualmente ad esso parte dell’aura psichica di quella persona. Il discorso vale per gli organi, primi fra tutti il cuore ed il fegato, ma anche ed inevitabilmente per le trasfusioni di sangue.

    I cultori di esoterismo questo lo sanno bene in quanto ben conoscono il fatto che la battaglia per la creazione di un corpo spirituale incorruttibile si combatte per forza di cose all’interno del proprio sangue.

    Provate a pensare tutto quanto contiene il sangue di una persona – e come corollario lo sperma che ne è come la sublimazione, la quintessenza- in termini di atavismo psichico, di influenze sottili comunicate dagli avi paterni e materni, di pregi e difetti, di aspirazioni verso la Luce o verso la càtabasi maturate nel corso di molti secoli o addirittura di millenni.

    Quando io ricevo una trasfusione di sangue introduco nel santuario più intimo di me stesso materiale psichico altrui che mi può fare anche del bene qualora quella persona che me lo dà abbia raggiunto un certo livello di purificazione interiore. Ma è pur sempre qualcosa che non mi appartiene, un innesto abusivo, una superimposizione di materiale psichico grezzo del quale farei volentieri a meno.

    E proviamo a pensare alle conseguenze di un trapianto di midollo osseo. Il trapiantato, qualora riesca a sopravvivere, vivrà grazie ad un sangue completamente altrui. In pratica tale paziente dovrà rinunciare a gran parte della sua anima originaria ed acquisire nel contempo parte dell’essenza psichica di un’altra persona.
    Situazione incresciosa ed innaturale al massimo grado. Ne discende automaticamente che ogni possibiltà di evoluzione interiore verso la Luce ne verrà terribimente compromessa. Tale individuo si attarderà per un periodo lunghissimo, eonico sulla scala della realizzazione e non potrà procedere in tale direzione fino a quado non si sarà liberato di ciò che non gli appartiene. Terribile.

    Mi scuso per la lungaggine ma, come ogni intelletto sano può ben vedere, il problema dei trapianti presenta annessi e connessi che si prestano a considerazioni assai ampie.

  4. Paolo, grazie mille per questo ulteriore approfondimento, che condivido totalmente.

  5. Sagge parole quelle di Freenfo ed opportuno l’approfondimento di Paolo.

    Ciao

  6. Qualche mese fa (è capitato in Italia ed era su quasi tutti i quotidiani) un ragazzo che aveva ricevuto il cuore di un altro ragazzo ha voluto fare conoscenza con il padre di quest’ultimo. Mentre si recavano sul luogo dove il donatore perse la vita, mi pare in un incidente d’auto, il ricevente è stato stroncato da un infarto, sotto gli occhi dell’esterrefatto signore.
    Naturalmente i quotidiani in questione riferivano di una “incredibile coincidenza, una beffarda casualità”.
    Ce ne fosse stato uno che cercasse di dare una spiegazione diversa.
    Ma si sa, i capi-redazione vigilano…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: