da nibiru ai teschi di cristallo -2

ecco la seconda parte su nibiru. come già ho detto nella prima parte(clikka qui), nessuna rivelazione mirabolante, ma solo alcune considerazioni. comunque “nibiru” è la parola attraverso cui tantissimi naviganti capitano in questo blog. insomma, è un termine ricercatissimo. e questo dà l’idea di quanto i media martellino sull’argomento.

per capire bene tutta questa storia di nibiru, bisogna capire, come già dissi qualche post fa, della necessità del male nel disegno della vita.

il termine male già evoca pensieri negativi, ma in realtà non è così. allora usiamo un altro termine. guardiamo il tao e vediamo che già i saggi orientali descrivevano la vita come una danza continua tra due polarità, entrambi necessarie, entrambi fondamentali all’esistenza. queste due polarità sono visibili, nella nostra dimensione materiale in ogni ambito. il maschio e la femmina, il caldo e il freddo, e via dicendo fino ad arrivare alla polarità emozionale-egoica: da una parte l’uso della propria coscienza individuale per sè stessi, dall’altra l’uso della propria coscienza individuale per gli altri.

semplificando i termini noi diremmo l’egoismo e l’altruismo. cioè un moto energetico verso l’interno e un moto energetico verso l’esterno. facciamo un esempio più grande: un buco nero che tutto attira verso di sè e una stella che illumina e dà vita a tutto quello che c’è intorno.

sono due possibili vie in cui le coscienze individualizzate prendono forma e decidono di fare esperienza nella dimensione materiale. credo che la deviazione egoica sia una posibilità di vita sicuramente meno evoluta, ma comunque indispensabile nel processo generale dell’evoluzione spirituale/karmica che ognuno deve fare.

prendiamo l’evoluzione della vita, e partiamo dal momento in cui dio (tutto ciò che è) decide di prendere forma e ri-cominciare il processo evolutivo ascendente. la prima forma di vita sono le rocce, i minerali, poi le piante, poi gli animali e poi le forme umane antropomorfe. solo in questo ultimo stadio viene donata la coscienza individualizzata che gli animali ancora non hanno.

la coscienza individualizzata per esistere ha bisogno del lato egoico, che è una corazza di difesa e una arma di sopravvivenza. ed è anche una energia difficile da governare. procedendo verso l’evoluzione l’individuo dovrebbe prendere coscienza dell’ego, domarlo, fino al punto di non averne più bisogno: questo avviene nel momento in cui la sua forma di vita passa a una dimensione più evoluta, meno materiale, più spirituale.

ma può succedere che questo scoglio di lotta contro il proprio ego sia lunga e faticosa, anzi può succedere che l’ego prenda il sopravvento e questa tigre invece di essere domata, diventi essa stessa a comandarti. così la vita diventa un continuo soddisfacimento della materialità e soprattutto c’è una tendenza verso la distorsione egoica. cioè individualizzare la propria esistenza e vedere tutto in funzione dei “propri bisogni contro bisogni degli altri”, non capendo che i propri bisogni vanno armonizzati con quelli della collettività e non messi in competizione.

la competizione continua porta a una disarmonia collettiva in cui le varie entità egoiche (le persone, cioè) sono le une contro le altre e c’è una continua lotta di sopraffazione, un continuo desiderio di camando sugli altri, una continua competizione. ecco in due parole il modello sociale di stampo patriarcale che ci è stato insegnato fin da piccoli, inculcato tremendamente, e che vive tutt’ora in ogni secondo della nostra società. la violenza è il naturale sfocio di queste tendenze egoiche, non solo: perversioni come la pedofilia, pornografia, sadismi vari sono il risultato della perversione egoica/materialistica portata all’estremo.

nibiru è un pianeta, sospeso tra due sistemi solari (come ho spigato nella prima parte) in cui il karma collettivo è per la maggior parte orientato verso la distorsione egoica. distorsione che porta a considerare “gli altri” come nemici da combattere, da sopraffarre, da dominare, con l’uso della violenza e della forza bruta. e dell’inganno naturalmente.la storia perduta narra che nibiru nel suo lungo e buio viaggio (l’orbita intorno al sole dura di circa 3600 anni) si avvicinò alla terra e vide in questo pianeta meraviglioso l’eden perduto. per loro, disperati nel buio e freddo perenne, per loro considerati abbandonati dall’amore della luce, per loro spaventati, terrorizzati e smaniosi come un animale nel buio della propria gabbia, la terra apparve come il luogo in cui ri-cominciare, in cui colonizzarsi, in cui ri-nascere. stabilirono basi, crearono città, e usarono l’homo sapiens come loro schiavo. non fu difficile, per loro, imprigionare i nativi terrestri con l’inganno e con le loro tecnologie. ma qui occorre fare qualche passo indietro nella storia della terra…

parliamo di sirio. qualcuno si è mai chiesto perchè questa stella sia così presente in ogni cultura? in ogni riferimento magico esoterico di ogni tempo? dagli egizi fino ad oggi? vi ricordo che anche nella massoneria moderna esistono riti ed invocazioni a sirio…caso? no di certo. la storia perduta narra che entità evolute del cosmo (da sirio e anche da altri luoghi dell’universo) si riunirono nella notte dei tempi sulla terra per il grande esperimento. queste entità evolute, che avevano superato la dualità della vita e evolvevano verso concetti spirituali per noi sconosciuti, con un gesto d’amore crearono l’uomo sapiens. non per comandarlo, non per soggiogarlo, ma per creare un involucro fisico in cui coscienze giovani potessero incarnarsi e compiere la propria evoluzione. consci del fatto che le esperienze di un corpo fisico sono fondamentali per l’evoluzione individuale crearono un involucro corporeo perfetto in cui questa evoluzione materiale fosse più veloce e armoniosa possibile. fecero di tutto per creare la mitica “età dell’oro”, in cui vivessero armonia tra la terra, gli animali e le piante, in cui non esistessero violenza e distorsioni egoiche, in cui l’amore/armonia tra ogni molecola della terra fosse il veloce perno dell’evoluzione.

per loro, esseri di alta evoluzione votati all’amore, alla pacifica convivenza, all’armonia perfetta tra ogni elemento della vita, questo era il dono più grande che potessero farci, come un padre mette a disposizione per i propri figli le condizioni migliori per crescere: per crescere meglio, più velocemente, per superare lo scoglio di questa dimensione fisica con meno traumi possibili sia da un punto di vista karmico personale che collettivo.

ma in qualcosa sbagliarono. dimenticarono che la vita non è solo amore, ma anche odio. non è solo armonia, ma anche egoismo. ora io credo che solo in parte ci fu un errore, forse sapevano bene che prima o poi nibiru sarebbe arrivata, e crearono per contrasto a nibiru ( una società orientata fortemente al dominio e alla sopraffazione) una collettività orientata al bene e all’armonia. crearono insomma un polo della dualità, sapendo che lo “scontro” ( o unione col polo opposto) sarebbe arrivato.

purtroppo (o per fortuna)  il gioco di questa dimensione  è lo scontro/unione tra il bene e il male come possibili vie evolutive…ed entrambe le entità devono essere presenti…ecco l’eterna danza del tao…

quando le stelle del sistema siriano scacciarono il pianeta nibiru, questo fu probabilmente dovuto al fatto, che essendo orientati verso “l’amore per sè stessi”, gli annunaki (abitanti di nibiru) non potevano più essere ospitati da stelle/pianeti che nel loro processo evolutivo avevano superato e vinto questa dualità…così nibiru fu scacciato dalo sistema stellare natio e arrivò nel sistema solare, a portare l’ombra nera del tao là dove essa è fondamentale per il gioco duale.

il resto forse lo conoscete: le coscienze evolute ci donarono la vita e l’armonia, e nibiru venne per esserne il giusto contralatare. d’ora in poi ogni coscienza incarnata avrebbe dovuto iniziare il proprio cammino lungo le vite da sola, senza più i guardiani amorevoli delle stelle. il karma collettivo della terra ( cioè l’unione delle coscienze dei suoi abitanti) fu lasciato dagli abitanti celesti come un bimbo ormai cresciuto viene lasciato dal padre per andare avanti da solo…e i predatori di nibiru instaurarono il loro dominio. probabilmente la civiltà sumera è una loro creazione, e il lavoro di sitchin testimonia molto bene la presenza di questi semi-dei dai grandi poteri (la loro tecnologia) che governarono essi stessi e lasciarono poi i loro discendenti sulla terra. discendenti che ancor oggi sono nei punti nevralgici del potere sul pianeta. banche, capi religiosi, capi di stato, corporations..sono loro che in modo centralizzato ci comandano, e lì stanno ancora i discendenti della stirpe annunaki di nibiru…

in definitiva, che fare? e i teschi di cristallo? la conclusione alla prox…

Advertisements

13 Responses

  1. Mi incuriosisce pure la storia dei teschi di cristallo…

    Ciao

  2. aspettiamo con ansia le fonti dalle quali attingi cotante sconvolgenti rivelazioni.

  3. caro milla, ma quali fonti? e poi non mi sembra nulla di sconvolgente. leggendo un pò dappertutto e filtrando sono giunto a quelle conclusioni. bisogna cercare mille fonti, soprat quelle meno credibili per i media tradizionali. ma naturalmente quello che dico può essere sbagliato.
    ma nessuna fonte segreta. l’ho sempre detto e lo dirò sempre: l’involucro corpo/anima/spirito che è ognuno di noi, ha già dentro di sè ogni spiegazione. ogni conoscenza. Dio ci ha dato tutto quello di cui abbiamo bisogno. siamo noi che l’abbiamo dimenticato

  4. Parvatim, come posso contattarti privatamente?

    Donnie.

  5. ciao donnie:
    parvatim@libero.it

  6. Intervento molto condivisibile. In effetti se avessero voluto schiavizzarci dal principio, avrebbero potuto farlo tranquillamente. Adesso che in giro c’è la paura del chip infilato in qualche posto, si può fare il domandone: “Perchè adesso e non prima?” Molto semplice, non hanno il potere di fare tutto perchè c’è un limite oltre il quale non possono andare senza scatenare reazioni da parte di un Potere, perfino superiore al loro. Quindi io penso che anche nella situazione più tragica vi è una via d’uscita, di non facile individuazione, che ci viene garantita da questo Potere superiore. Attaccatevi al tram Anunnaki del cavolo….tiè!

    walter

  7. Un’ ottima analisi, complimenti.
    Quando ti riferisci alla storia perduta, alla creazione dell’Homo Sapiens, di cosa si tratta?

    Ciao

  8. la storia perduta parla della creazione dell’homo sapiens attraverso l’intervento di fratelli dello spazio evoluti e devoti all’amore e alla comprensione, fino ad arrivare a varie ere glaciali e civiltà evolutesi e poi scomparse, passando attraverso società matriarcali ( e non patriarcali come ora) , e a società sotto la crosta terrestre.

    leggi la trilogia di patricia cori. è una fonte abbastanza attendibile. ma filtra tutto, come sempre, con il tuo buonsenso e il tuo spirito critico

  9. Grazie.

    Vedo nel riassunto di un suo libro il discorso dell’ascensione planetaria del 2012, un argomento che mi attrae, ma che ho visto ultimamente rigettato dalle stesse persone che lo proclamavano, anni fa, con argomentazioni piuttosto interessanti.
    (http://video.google.it/videoplay?docid=5048957904621287540&hl=it)

    Da quanto velocemente LORO stiano stringendo le catene però, sembrerebbe che abbiano paura proprio di questo.

    Ciao

  10. ecco il link diretto:
    http://video.google.it/videoplay?docid=5048957904621287540&hl=it
    e poi, scusa, non ho capito chi ha rigettato la tesi del 2012 mentre prima la abbracciava?
    ciao

  11. Gianluigi, quello che tiene la conferenza.
    questo è il suo sito

  12. Ho notato che il sito è giù, al momento..
    Comunque parla di corpo di luce, salto dimensionale, alieni, terra cava, insomma tutte le teorie che ora si affermano..
    Quali vere e quali no.. è difficile da dire.

    Il succo del discorso, è che si siamo in un periodo di cambiamento e risveglio, ma appena all’inizio e il 2012 è troppo vicino

  13. caro andrea, non so quando avverrà e cosa avverrà.
    ma bisogna iniziare il cambiamento dentro i nostri pensieri, dentro le nostre menti in modo repentino, veloce.
    lo dobbiamo al pianeta che ci ospita. e all’universo che ci guarda.

    tutto avverrà per ognuno di noi nel modo in cui noi ce lo saremo meritati. ecco, semplicemente, il concetto di karma.
    a presto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: