l’eresia di simoncini

sia ben chiaro: questo articolo non rappresenta alcun consiglio terapeutico.

cosa è una eresia?: “una dottrina erronea o deviante rispetto a principi universalmente accettati”. ma i principi universalmente accettati sono giusti, veri? o erronei, falsi? questo credo sia il punto.

se parliamo di medicina i fatti universalmente accettati (o meglio: le convinzioni della collettività, spesso stupida) si basano spesso su nulla di scientifico. al contrario alcune eresie sono fatti scientificamente inoppugnabili.

la storia di simoncini e della sua cura del tumore è qualcosa di simile: si basa su studi concreti, e su una casistica invidiabile. eppure è osteggiato, almeno in italia, come fosse un ciarlatano. ma capisco le corporations farmaceutiche: se si venisse a sapere che alcuni tumori sono aggredibili con il bicarbonato di sodio, i fatturati, dove vanno a finire? ecco, signori, una perversione del mantra occidentale che ripetono sempre in tv gli economisti: dobbiamo far crescere il pil. in qualunque modo, ingannando magari, vendendo cose inutili magari. o no? ecco un bell’articolo al riguardo di mazzucco:

Lo vado sostenendo ormai da tempo, e continuerò a ripeterlo fino a quando gli stessi utenti, nauseati, mi cacceranno dal sito: qualunque sia l’argomento dibattuto, il problema si riduce sempre alla differenza fra il ragionamento induttivo e quello deduttivo.

Laddove esista una premessa “intoccabile” (il famoso “siccome” del ragionamento deduttivo), i disastri che possono venire a crearsi, nel caso questa si rivelasse errata, sono incommensurabili.

Lo abbiamo constatato mille volte riguardo all’undici settembre, dove coloro che pensano che “gli americani non si farebbero mai una cosa del genere” (premessa intoccabile) sono obbligati ad una conclusione (“quindi le Torri gemelle DEVONO essere cadute da sole”) che stride chiaramente con le dozzine di indizi in senso contrario.

Chi invece procede con il metodo induttivo – libera la mente da preconcetti e parte dai fatti oggettivi, per poi trarre eventualmente le conclusioni – non ha alcun problema a vedere i molteplici sintomi dell’autoattentato.

Ora sta accadendo la stessa cosa con il Dott. Simoncini e con la sua proposta per la cura del cancro. Chi è libero da preconcetti guarda le interviste dei pazienti guariti (parte cioè dai fatti concreti) e conclude che, come minimo, Simoncini abbia messo il dito su qualcosa di molto importante. Chi invece è troppo condizionato dal fatto che “il cancro è una malattia inguaribile” (premessa intoccabile), è obbligato a concludere che Simoncini stia sbagliando, che si tratti di “miracoli” di altro tipo, oppure che si tratti di un ciarlatano qualunque.

Tale è la potenza dell’informazione di massa, e delle cosiddette “verità assodate”: sin da piccoli sentiamo dire che “il cancro è una malattia incurabile”, e capovolgere questo concetto diventa ora difficile per chiunque.

Se però ci liberiamo dal preconcetto, e partiamo dai fatti concreti, …

… abbiamo che:

1 – Le terapie ufficiali non curano quasi mai il cancro, e servono al massimo a “prolungare la vita” del paziente, ad un costo (umano) peraltro molto discutibile: severe mutilazioni del corpo, sostanziali limitazioni nelle attività quotidiane, degrado fisico spesso umiliante e demoralizzante. E la fine è quasi sempre la stessa per tutti.

2 – Ogni anno muoiono di cancro circa 9 milioni di persone, mentre il numero dei “guariti” dalle terapie ufficiali è decisamente esiguo al confronto. Proprio perchè le terapie ufficiali sono un fallimento innegabile, diventa legittimo suggerire che la ricerca abbia puntato, fino ad oggi, nella direzione sbagliata.

3 – Di fatto, a tutt’oggi non esiste una teoria ufficiale sulla causa del cancro. Nonostante questo, la medicina ufficiale si arroga il diritto di rifiutare a priori qualunque proposta che contrasti con il “credo ufficiale”, secondo il quale la causa del cancro sarebbe di natura genetico-molecolare. (Oppure “finge” di metterle alla prova, con procedure chiaramente incorrette, per poi dire che “non funzionano”. Vedasi ad esempio il caso Di Bella).

Ma quando capita di:

– parlare con un signore al quale nel 1983 fa diedero 7 mesi di vita per un tumore al polmone, e oggi vive tranquillo e felice, dopo essersi curato con il bicarbonato;

– parlare con una signora alla quale stavano per rimuovere l’utero dopo 3 operazioni fallite, a causa di polipi recidivi, e scopri che si è completamente curata con il bicarbonato di sodio;

– parlare con una ragazza che aveva già perso l’uso di metà del proprio corpo, e stava per soccombere ad un cancro al cervello, quando è riuscita a liberarsene con il bicarbonato di sodio;

– parlare con un signore che aveva un cancro alla vescica, e scopri che lo ha completamente curato con il bicarbonato di sodio;

– parlare con un signore che aveva un melanoma sul collo, e lo ha curato con la tintura di iodio;

– parlare con una signora che aveva un basalioma sul petto, e lo ha curato nello stesso modo;

– parlare con un signore che aveva melanomi e basaliomi sul cranio, e li ha curati nello stesso modo;

– eccetera eccetera (la lista di testimoniannze positive è molto più ampia di quella indicata)

diventa legittimo sostenere che non siamo di fronte a dei casi di “remissione spontanea”, ma a qualcosa di preciso e costante, che meriterebbe tutte le attenzioni di questo mondo. (Aggiungo, se servisse, che io stesso ho appena finito di curare mia madre da un basalioma sulla schiena, che è completamente scomparso dopo le stesse applicazioni di tintura di iodio).

Sia chiaro, non tutte le persone che provano il metodo Simoncini guariscono, e il Dott. Simoncini è il primo a ricordarlo: troppo spesso i pazienti arrivano da lui quando ormai la medicina ufficiale ha finito il suo percorso, il corpo è ormai invaso da metastasi, e il sistema immunitario è ridotto ad uno straccio. Mandati a casa a morire, si buttano disperati in Internet, ed accorrono da Simoncini sperando nel miracolo all’ultimo minuto. (Di questo tipo di episodi si approfittano vigliaccamente i nemici di Simoncini, accusandolo di essere stato lui il responsabile della loro morte). Se però si ascoltano con attenzione le varie testimonianze presentate nel video, si noterà come tutti i casi di successo siano iniziati proprio con il rifiuto – spesso istintivo, e solo più tardi razionalizzato – del paziente a sottomettersi al ciclo letale chirurgia-radio-chemioterapia.

La “teoria Simoncini”

Di fronte a queste guarigioni “impossibili” (secondo la medicina ufficiale) il processo induttivo richiede, se possibile, di formulare una teoria che sia in grado di spiegarle. Ed è qui che la “teoria Simoncini” ci appare in tutta la sua straordinaria semplicità: il cancro, dice Simoncini, è causato dall’aggressione di un fungo (micro-organismo) chiamato Candida Albicans, che obbliga il nostro corpo ad una reazione di tipo fisico, la neoplasia.

Quello che noi chiamiamo “tumore”, o “massa”, è la somma della colonia fungina e della reazione dell’organismo, nella quale il secondo cerca di costruire una barriera per respingere l’attacco della prima.

Cresce quindi la colonia per aggregazione, e cresce la neoplasia come tentativio di difesa. Il tutto ci appare, in forma indistinta, come il “tumore”.

Tagliando si facilita quindi la fuga del fungo, che entra nel flusso sanguigno e va ad annidarsi altrove, creando le premesse per future metastasi.

La cosa curiosa è che la presenza della Candida, nei pazienti morti di cancro, è confermata da tutti gli oncologi del mondo, senza eccezione o dubbio alcuno. L’unica differenza fra l’oncologia ufficiale e Simoncini è che la prima sostiene che la presenza del fungo sia una conseguenza del cancro, mentre Simoncini sostiene che ne sia la causa.

La sua eresia è tutta qui.

Può capitare a tutti, dice Simoncini, di avere nel corpo la presenza della Candida, ma normalmente il sistema immunitario riesce a liberarsene, e le impedisce di formare colonie permanenti. In casi particolari invece – scarse difese immunitarie, componenti di tipo psico-somatico, altro… – la Candida riesce ad annidarsi in qualche organo e costruisce una colonia che diventa inespugnabile per il sistema immunitario. A quel punto la parte interessata del corpo reagisce direttamente, creando una specie di barriera, che noi chiamiamo “neoplasia”. (Un pò come quando ci pungiamo con un riccio, al mare: se l’ago rimane conficcato nel dito, questo si gonfia immediatamente, cercando di creare una barriera fra il corpo estraneo e il resto dell’organismo).

A noi il “tumore” appare come una “crescita abnorme“, mentre in realtà sarebbe solo una difesa disperata – ma perfettamente logica e comprensibile – dell’organismo contro l’invasione della colonia fungina. (Questo spiegherebbe anche perchè tutti i tumori hanno una forma diversa, pur avendo la stessa origine).

A questo punto l’utilizzo del bicarbonato di sodio non è affatto una “stupidaggine“ o una “follia“ da ciarlatano, ma diventa la conseguenza obbligata di un ragionamento molto preciso: se è vero che l’aggressione è causata dal fungo, è altrettanto vero che, in natura, i sali siano i peggiori nemici dei funghi. Ecco quindi che il bicarbonato di sodio diventa la soluzione più logica ed efficace per combattere la Candida.

Forse non a caso un passaggio dei sacri Veda, che risale a circa 5.000 anni fa, diceva: “curerete i tumori con gli alcali”.

Lo stesso ragionamento, secondo Simoncini, si applica per la psoriasi e per i tumori della pelle, che sarebbero causati dal medesimo fungo, e vengono combattuti con la tintura di iodio, un nemico dei funghi ancora più potente del bicarbonato.

La cosa appare di una semplicità disarmante, ma resta il fatto che la grande “eresia” di Tullio Simoncini stia tutta qui.

Il resto è solo un castello di barriere mentali difficili da distruggere o aggirare, perchè sostenute dalla premessa, apparentemente intoccabile, che il cancro sia una “malattia inguaribile”.

A tutto questo aggiungiamo un fatto ben difficile da sottovalutare a questo punto: oggi vi sono più persone al mondo che vivono di cancro di quante ne muoiano di cancro.

A ciascuno trarre le sue conclusioni.

Massimo Mazzucco

Advertisements

18 Responses

  1. Le grandi cavolate di Simoncini sono sbufalate qui:
    http://medbunker.blogspot.com

  2. Ultimi due articoli pubblicati da WeWee :
    http://medbunker.blogspot.com/2009/03/che-male-vuoi-che-facciaii-parte.html

    http://medbunker.blogspot.com/2009/03/che-male-vuoi-che-facciai-parte.html

    Discussione su simoncini presente nel
    forum HWupgrade:
    http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1498791

    Casistica di persone decedute dopo che si sono curate con le medicine alternative:
    http://whatstheharm.net/

  3. ciao yos, allora, molta carne al fuoco….
    1- già la razza dei debunker mi rende abbastanza dubbioso ( che eufemismo ho usato…), ma un debunker che presenta tra i blog suoi amici quello di attivissimo, davvero si presenta con una credenziale davvero bassa ( almeno ai miei occhi, per carità). su attivissimo non voglio dilungarmi, ne ho già parlato altre volte, non voglio più perdere tempo su di lui.

    2- non sono qui a difendere simoncini, anzi trovo alcuni tratti della sua teoria molto contestabile, ma nel suo blog ci sono casi davvero indiscutibili. tra l’altro il bicarbonato risolve uno stato di acidosi che è accertato sia correlato al metabolismo della cellula cancerosa

    3-
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19276390?ordinalpos=1&itool=EntrezSystem2.PEntrez.Pubmed.Pubmed_ResultsPanel.Pubmed_DefaultReportPanel.Pubmed_RVDocSum

    vai a questo link, è uno stdio di marzo 2009. parla del bicarbonato

    4-simoncini è spesso in america per conferenze. è una bufala anche questa? oppure devo dedurre che in america si sono fatti abbindolare da un romanaccio de roma?

    ma credo che questa storia sia solo all’inizio.
    ci sarebbe molto altro da dire. magari tra un pò…quando avrò più tempo…

    P.S. il debunker medico è un vero medico? perchè si nasconde dietro un nick???
    non trovo molto corretto dire: sono un medico, ma non vi faccio sapere chi sono. se fosse un millantatore? perchè dovrei fidarmi? se non c’è problema, e sbatti in faccia subito che sei medico, ed il tuo sito tratta chiaramente di argomenti medici con competenza medica, perchè non metti i tuoi recapiti? o almeno il tuo nome?

    ad ogni modo sono sempre aperto al confronto. ma per mia natura credo molto poco ai venditori di verità assolute. come ad esempio i debunker chemtrails: in questo caso stanno sortendo l’effetto opposto. non sai quanta gente ho sentito dire:” se c’è gente che dice ‘ste stronzate, allora c’è qualcosa sotto”
    classico caso, in cui, per metterci una pezza, fai il buco più grosso

    ciao

  4. caro yos, ho letto qualche post e relativi commenti del blog medbunker.

    devo dire che ci sono ( almeno per me) aspetti inquietanti.

    ad una prima lettura mi sembrava di essere andato nella versione medica de ” i deliri di hanmar”, magari con medico alla dott hause, saccente, ma in fondo simpatico.

    ma no, invece , med bunker è proprio una costola del comitato banfer enemy ( o come si chiama), si parla anche del morgellons, ma soprattutto c’è lo sgradevole sottofondo di chi non vuole discutere, ma solo sputtanare e provocare, che vuole a tutti i costi smerdare il bersaglio di turno.

    ti dico chiaramente che se anche avessero ragione il loro atteggiamento li fa cadere nel ridicolo e nel torto

    dall’alto della loro scienza i soliti utenti che si rimpallano le pacche sulle spalle trattano da deficiente e da cerebroleso chiunque non accetti le loro verità assolute.
    trovo patetico chi pensa di avere verità assolute, sopratt in campo medico.

    tra l’altro ho letto: SE SERVONO AGGANCI CON STRISCIA LA NOTIZIA, LI ABBIAMO…davvero inquietante.

    insomma wewee è un attivista del cerchio dei debunker ufficiali…
    pensavo si trattasse invece di uno che nel suo piccolo volesse parlare di simocini et altri, ma non c’è voglia di confrontarsi, di capire di discutere pacatamente. solo di aggredire, di sputtanare, di smerdare con i toni sgradevoli e saccenti…

    l’affare si ingrossa…

  5. Ciao parvatim.
    Sono WeWee, il medico che cura il blog MedBunker.
    Si, WeWee, come tu sei Parvatim.
    Non ti chiedo di dirmi come ti chiami o che lavoro fai, o magari dove abiti per giudicarti.
    Non dico che ti giudico un visionario esaltato perchè parli di “chemtrails” e nemmeno giudico i tuoi “amici”.
    Non giudico te. Stop. Posso poi avere delle opinioni sulle cose che affermi e discutere quelle.

    Se hai qualcosa di concreto da dirmi, quindi, discuti dei casi che ho trattato nel mio blog.
    Nel tuo articolo dici: “si basa su studi concreti, e su una casistica invidiabile. eppure è osteggiato, almeno in italia, come fosse un ciarlatano.”

    Beh, evidentemente non hai letto bene i miei post, altrimenti ti saresti accorto che gli studi sui quali si basa Simoncini, non sono “concreti” ma falsati. Giungono ad una conclusione e Simoncini ne trae un’altra. Non ti convince quello che dico? Dimostrami il contrario, è semplice.

    Si basa su “una casistica invidiabile”? Mah, io ho già trovato un bel po’ di falsi “casi risolti” trattati alla stregua dei numeri al lotto di Wanna Marchi. Non ne ho trovato invece nemmeno uno che abbia anche un minimo di credibilità.
    Al solito, non sei daccordo? Discutiamone.
    Se non vuoi discuterne o giudichi me perchè mi faccio chiamare WeWee e non fornisco il mio codice fiscale ed il numero della mia patente, evidentemente non hai altri elementi da aggiungere alla discussione su Simoncini che quindi, resta un ciarlatano che imbroglia la gente che soffre.
    Non sei daccordo?
    Dimostrami il contrario.

    Saluti.

  6. allora wewee, benvenuto, ecco quanto:
    1- visto che metti subito in chiaro che sei medico, che lavori in una struttura pubblica o accreditata e tratti di casi medici non trovo molto deontologico nascondersi dietro un mick, tutto qua. può essere una mia opinione e sbagliata, ma te la ribadisco. per quanto mi riguarda potresti anche non essere un medico. perchè dire che sei un medico, e poi ti nascondi dietro un nick? come faccio a sapere se dici il vero? che non sei anche tu un cazzaro come tanti nel web?sei un medico vero? allora che problemi ci sono?

    2- il banfer enemy di cui fai parte è sicuramente molto immanicato in alte sfere: questo mi inquieta assai. inoltre avete un modo di porvi molto maleducato. denigrate senza limiti, sputtanare è il vostro credo, chiunque non la pensi come voi viene attaccato senza limiti. il caso decollanz ultimamente è molto istruttivo a proposito

    3- come tu sai prima di dire se una cura funziona o meno bisogna testarla. magari fare uno studio caso-controllo e magari pure in doppio cieco. sai se è stata fatta? con simoncini? con di bella? con pantellini? con buzzi ( crm197)? con buzzi ad esempio stanno sperimentando i giapponesi. perchè in italia da storace a sacconi nessuno vuole sperimentare? mentre i giapponesi si?

    4-nel caso specifico di simoncini parto da un presupposto: ha molti casi clinici, molte persone hanno fatto dichiarazioni in suo favore, ultimamente un medico ha fatto un video in cui parlava della cura effettutata: secondo me vale la pena indagare. ma il modo in cui trattate simoncini, come l’11/9, e altri argomenti, come se voi aveste la verità assoluta in tasca mi lascia molto perplesso…beati voi che avete verità incontestabili…come diceva un aforisma o siete dio o siete sciocchi.

    5-scusami ma non ho voglia di perdere tempo in discussioni sterili. già anni fa le ebbi riguardo ai crop con uno di voi…alla fine ognuno rimane sempre della sua idea.
    per cui continuate per la vostra strada, che io continuo per la mia…e scusate ma non provate a convincermi che sto sbagliando, mi piace sbagliare da solo
    spero a non più risentirci.

  7. Grazie per l’ eccellente articolo negli USA l epidemia del cancro e sempre in aumento e si prevede che nel mondo aumentera del doppio prima del 2030 (health world organitation) Nel nostro sitio trovera nuove ricerche, il cancro si puo curare naturalmente, anch io mi sono curata con prodotti naturali e bicarbonato di sodio.

    Cordiali saluti

    Flora

  8. ecco il blog che avevo letto ero proprio questo! sì li sopra impera una saccenza davvero sconfinata. io per esempio non amo molto Simoncini come figura, ma ho amato molto Di Bella e posso garantire che un paio di persone che lo hanno conosciuto me ne hanno parlato come una persona di rara onestà ed esemplare umiltà. Ma ormai pare che esista una sola verità, chi la pensa diversamente deve tacere e vergognarsi!
    mi ha fatto piacere torvare il tuo blog, un saluto!

  9. Non sono un medico, non ho studiato medicina e nemmeno biologia ma proprio per questo prima di pronunciarmi a favore o contro il metodo Simoncini vorrei sentire un ragionamento scientifico, tradotto in modo che possa comprenderne il linguaggio (non essere medici non significa essere stupidi o ignoranti), nel quale si tenti di spiegare che cos’é un cancro, come si cura se si può curare, quali sono le percentuali di di guarigione con chemioterapia e chirurgia o altri metodi riconosciuti dalla medicina ufficiale, come viene curato da altri tipi di medicina non occidentali (se viene curato) e come viene spiegato da queste (se viene spiegato), qual’è lo stato attuale della ricerca sul cancro, quanto sono inconfutabili le premesse o i paradigmi nei quali si muove la medicina occidentale e le ragioni per cui lo sono o non lo sono. Le polemiche sui video falsi, sui documenti manipolati, sulle testimonianze parziali mi lasciano indifferente. Chi può sapere se tal dei tali é guarito per la chemio o per l’intervento chirurgico o per le cure alternative iniziate più tardi? Bisognerebbe trovare un caso in cui il paziente non si sia sottoposto alle cure tradizionali ma solo a quelle alternative. Ora casi come questo sono piuttosto rari, per ovvie ragioni, ma mi pare che le testimonianze ci siano, andrebbero soltanto vagliate..
    E se fossero tutte false, tutte ciarlatanerie allora davvero la medicina moderna avrebbe di che gloriarsi.
    E attenzione ad una cosa, sul blog di wee wee leggo delle frasi molto sciocche ed offensive riguardo al ‘miracoloso’. Ora se la medicina o la scienza in generale, crede di poter spiegare la totalità dei fenomeni, spesso e volentieri astraendo dal piano psichico e/o spirituale del reale, significa che é una scienza morta, perché una scienza che si gloria della propria incompletezza é una scienza morta.
    In passato mi é capitato di leggere cose di Copernico, Galileo, Pauli, Einstein, Freud e di rimanere affascinato dall’ampiezza di prospettive, dall’assenza di preconcetti, dall’interdisciplinarietà della ricerca, e soprattutto dalla volontà di comprendere e di far comprendere qualcosa in più riguardo a noi stessi e al mondo che ci circonda.

  10. Ho letto anche la storia di quella ragazza aisha. Ma ancora mi sembra strano che ci si concentri su un singolo caso, peraltro molto emblematico. E’ chiaro che la terapia di Simoncini non funziona sempre, così come tutte le terapie, ma da qui a dire che é tutta una bufala ce ne passa. Inoltre nemmeno si dice che questo Simoncini sia un santo, e probabilmente é anche responsabile della morte di alcune persone. Riprovevole invece l’atteggiamento dei bloggers ‘naturopati’ e stupida la scelta della ragazza di consegnarsi nelle loro mani.
    Però ancora una volta non ho sentito ragionamenti scientifici che mi dimostrino che Simoncini é nell’errore e questo mi disorienta perché mi impedisce di credere che sia tutta una bufala. Eppure se lo fosse, sarebbe facile far passare il messaggio..c’è una bella differenza infatti tra un finto guaritore che ruba soldi agli ingenui e un medico che ha pubblicato un libro e tiene conferenze per il mondo. Probabilmente la verità sta nel mezzo e non tutti casi di tumore sono riducibili in un modo o nell’altro. Probabilmente esitono tumori di tipo X e tumori di tipo Y, o forse Simoncini si sbaglia di grosso e in tal caso bisognerebbe pubblicare al più presto una ricerca scientifica che smascheri l’errore. Quanto ai sostenitori dei metodi naturali, bisogna capirli, la loro é una forma di ribellione, in certi casi sterile, nei confronti di una medicina che percepiscono come astratta rispetto alla natura, alla psiche, al senso comune. Se così fosse i medici dovrebbero avere una preparazione diversa e più completa ed adoprarsi per riavvicinare la medicina alle persone. Ma forse questo risulta difficile perché non si é ancora capito che cos’è la malattia.
    Io ho conosciuto un allergologo di fama internazionale che mi ha confessato di non sapere cos’é un’allergia, e questo per me é sintomo di apertura mentale ed onestà intellettuale. E’ come sentire un matematico che dice di non sapere cos’é un numero, o un religioso che non sa cos’è lo spirito.

  11. Ho finalmente trovato, dopo una lunga ricerca su internet, i ragionamenti e le prove che cercavo, e proprio sul sito di Mazzucco, alcuni forumers di luogocomune si sono documentati sulla presunta scientificità del metodo Simoncini riportando anche i pareri di alcune riviste mediche, e le prove contro la serietà di questo metodo cominciano ad accumularsi.
    Se invece di fare polemica sui dati manipolati medbunker avesse fatto la stessa cosa, non avrei perso una mattinata per cercare di vederci chiaro in questa storia..

  12. certamente una seria ricerca su simocnicni servirebbe, eccome.
    ma a big pharma non interessa capire come guarire il tumore.
    a lei interessa solo aumentare i fatturati

  13. Attenzione, la gente muore con la pseudo cura del bicarbonato.

    http://www.aerrepici.org/forum/topic.asp?TOPIC_ID=3503

    • sai quanti infarti del miocardio avrebbe provocato il vioxx? si stima quasi 30.000. trentamila. hai capito? trentamila. aspetto che aprano anche un blog apposito per debunkare i fenomeni che lo hanno messo in commercio e che si sono accorti solo dopo qualche anno dei minimi e trascurabili effetti avversi.

      30 mila infarti. capito? 30mila infarti del miocardio. ah, però solo negli stati uniti. quindi come minimo puoi anche raddoppiare per i casi in tutto il mondo.

      aspetto poi una sperimentazione simoncini vs terapia tradizionale. chi li farà??? temo nessuno.

  14. Ma prima di criticare qualcuno si informa?
    IL business della chemio è chiara come la vacinazione della suina…
    Se fatte una breve ricerca, troverete tante ricerche in questo periodo per curare il cancro usando anti acidi (bicarbonato di sodio), messo come titolone in molte testate giornalistiche poi per non collegare le cose chiamate antiacido…
    p.s. Se verifacate i dati istat sulla mortalità del del cancro, forse i castelli di carta andrebbero giù.
    p.s.2 L’ordine dei medici ha cacciato Simoncini con la motivazione che sostiene di curare il cancro con il bicarbonato, ma la domanda nasce spontanea… fare dei test no? Comunque era un oncologo non un mago!

  15. Ciao a tutti,
    Vivo all’estero e non me ne lagno. Lo dico perché leggendo articoli in francese o in inglese su questo soggetto, nessuno mai si insulta o cade nelle polemiche negative. Si puó esprimere la propria opinione senza rischio di crear casino o andare fuori soggetto?
    Ecco, secondo il titolo (Eresia di Simoncini) pensavo di trovare qualcosa di negativo su di lui ed ho aperto questa pagina per saperne di più. Sorpresa, l’articolo dice il contrario!
    Il Simoncini l’avevo trovato qua in inglese http://www.suite101.com/content/cancer-tumours-are-thought-to-be-mouldbased-a83464 e venivo da un’altro articolo in francese che é questo http://www.esculape.com/info_patients/psa_explication.html.
    Non sono ancora convinto che il Simoncini abbia ragione ma so già che se tutti quelli che sono contro di lui ne sparlano con veemenza senza avanzare nessuna prova che le prove del Simoncini sono false allora non ne terró conto. Peggio ancora se uno si dice medico e invece di dimostrare chiaramente quello che pretende si lascia andare in polemiche di portinai. Siamo qua per darci una mano e capire oppure per tirar sassi dai ponti delle autostrade al primo che passa?
    Nell’articolo in francese qua sopra c’é un dialogo fittizzio tra un paziente ed un medico. E stato tradotto dall’inglese e dunque puó anche darsi che lo troviate in italiano. Se non lo trovate, ditemelo che ve lo traduco. La cosa importante che si apprende é che in Europa, ogni anno c’è un milione di uomini che si fanno operare della prostata. Le cose incominciano cosi: A un uomo già sulla cinquantina si consiglia di fare un esame del sangue per conoscere il tasso PSA dopo di che, quasi sempre, gli si consiglia una ecografia, poi uno scanner, infiine con questi tre esami senza nessun esito e nessuna sicurezza clinicamente provata che ci sia un tumore gli si consiglia di farsi mettere un dito nel culo dall’urologo di servizio che lui, benché sicuro di niente, dopo aver palpato la prostata dirà sempre che per esser sicuro bisogna fare una biopsia.
    Questi sono già ginque gli esami con i quali, non si sa ancora niente ma si continua. Adesso arriva la biopsia. Per essere sicuro che l’esame serva a qualcosa, l’urologo va a prelevare come minimo 6 pezzettini di prostata per esaminarli e dire poi che non ha trovato niente ma che questo non vuol dire che non ci sia un tumore. Infatti, pretende che potrebbe anche darsi che il cancro é cosí piccolo che nei sei punti che lui à fatto i prelevamenti non poteva trovarlo e dunque bisognerebbe rifare l’esame come minimo ogni anno o almeno tutti i sei mesi.
    Risparmio appunto la polemica perché qua credo é evidente che la medicina moderna tende a spingere la gente al consumo almeno alquanto quel che pretende il dottore tra virgolette sul Simoncini.
    Aggiungo che fatti tutti gli esami, quasi tutti gli uomini si fanno convincere che é meglio farsi togliere la prostata e che una volta tolta, non vuole assolutamente dire che se aveva un cancro, questo cancro non rinasca altrove. Allora…
    Concluderei con la cosa principale che é la seguente: Un’altro dannato dottore, ma questa volta americano, il dottore James Mold dell’università di Oklaoma ha voluto saperne di più sulle pratiche medicali utilizzate in America ancora più che in Europa ed ha concluso cosí: Che un uomo che si fa operare della prostata, con cancro o senza, vive solo un mese di più di uno che non si farebbe operare salvo che invece avrà come minimo tre a sei mesi di vita di bassa qualità dovuta al dolore e alle terapie aggressive che dovrà subire. A questo punto, senza far polemiche, vorrei lostesso che ognuno si faccia la sua opinione e che se magari trova qualcosa di positivo o negativo, ci indichi dove l’ha trovato che cosí possiamo tutti trarne profitto. Sperando che un attivissimo non venga a rompercele con le sue solite pretenziose ricette di dottore in web.

  16. Certo che siete proprio di coccio, ci sono tutte le evidenze che Simoncini è un truffatore, ma tanto VOLETE credere a lui ad ogni costo nonostante lo abbiano smentito tutti.
    Fate come volete, mia moglie non l’avrei mai fatta curare da quel ciarlatano, ed infatti con la medicina che voi snobbate è guarita, che dite, guariva lo stesso da un tumore all’utero se la davo in pasto a Simoncini?
    Dite di sì?
    Bene, allora voi andate pure da lui a farvi fare niente, io di certo no.
    Ciao

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: