chiusura del blog automi ribelli

caro andrea,

mi spiace davvero constatare che il tuo blog abbia chiuso.

anche se su molte cose ( e soprattutto ultimamente) dissentivo con te, la tua mancanza non mi piace.

sono per il dialogo, anche duro, per questo non mi piace la tua dipartita, anche se ultimamente non ho condiviso nè le opinioni, nè i modi.

fare imboscate altisonanti per quanto si pensa di essere nella giusta causa, origina inevitabilmente anche veementi reazioni. allora, caro andrea, che dovremmo fare? ognuno di noi in disaccordo con l’operato di altri dovrebbe tirare imboscate all’infinito a tutti? sono per la condivisione delle idee, e non per lo scontro.

se fratini, o zret hanno opinioni diverse dalle mie, non m’incazzo di certo: magari le accantono, poi ragiono, e se dissento ancora pazienza. non si può cercare il consenso perenne di tutti.

caro andrea, converrai con noi che i modi del fake possono sembrare tipici di altre tribù che passano la vita a smerdare gli altri, a prenderli per il naso. questo tirar tranelli e far sempre cadere tutto dall’alto certamente può avere creato sentimenti e pensieri contro di te.

che ci vuoi fare? io sono per il lavoro certosino: nella propria testa, nei propri sentimenti, nei propri comportamenti: mi rendo conto che non è alla moda, ma mi sembra l’unica via.

dire degli altri: ecco non fa informazione, oppure: non è credibile, mi sembra più un comportamento distruttivo e per questo biasimabile.

ma tutto è opinabile: i fatti, i pensieri, le azioni. come ebbi a dire qualche tempo fa: dio ha creato sia l’aquila, sia la quaglia, sia il lombrico. e per gli occhi di dio sono tutti importanti, anche se la loro percezione della vita è molto diversa. ma dio ha occhi per tutti. solo che tutti si credono aquile, e nessuno un lombrico. tutti vogliono primeggiare, nessuno stare dietro. ma non mi sembra il modo migliore per costruire una società consapevole.

il problema è l’attuale disputa nel mondo ufologico su quale direzione debba prendere la ricerca, con vari gruppi che vogliono primeggiare, con ogni mezzo. sugli altri. ma forse questa è un’altra storia…

Advertisements

15 Responses

  1. Non so se sia una sceneggiata o un’altra manovra. Certo che se la centratura ed il percorso interiore sfociano in controversie legali (minacciate), allora siamo proprio mal messi. E’ più spirituale Er monnezza.

    Ciao!!!

  2. caro zret: chi cerca il maestro lo cerca perche? perchè gli venga indicata la via o per illuminarsi dietro la sua sottana?

    e quindi quale è il vero maestro? chi agisce con umiltà e indica la via, oppure chi alza il volume della grancassa per farsi notare? per dire: io so, voialtri no. io ho scalato la montagna, voi no. io sono bello, voi no. io non sbaglio, voi siete degli ignoranti creduloni?

    a me sembra tutto molto chiaro. ma ognuno ha proprie percezioni soggettive, e ognuno imparerà da questo teatrino ciò che vuole/può/deve capire.

    così come il percorso di ognuno è diverso dall’altro

  3. Noi abbiamo dedicato tempo ed energie all’arte maieutica, commettendo anche degli errori. Questo va ammesso, ma abbiamo sempre agito in buona fede. questo è il percorso: la fedeltà a sé stessi, lontani da settarismi.Siamo stati accusati di essere squadristi: chi cerca la verità è diventato uno squadrista.

    Il tempo rivelerà molte cose.

    Ciao!

  4. di tutto questo non mi piace :
    1-la sensazione che dietro doria ci sia qualcuno
    2- l’attacco a qualunque ufologo dia spazio alle chemtrails, ignorate dagli ufologi di regime
    3-il pensare che chi nutre dubbi sia prevenuto, quindi nemico, quindi da zittire.

    se io facessi una cosa ne difenderei sempre le motivazioni e non sarei scocciato, arrabbiato se qualcuno chiedesse informazioni.

    ma forse sbaglio io. eppoi, secondo LORO, io te siamo amiconi.giusto?

  5. Concordo in toto, Parvatim. L’operazione sembra rivelasre una regia e non dimentichiamo che l’attacco è stato sferrato da loro prima con il pollo, poi con le palle spaziali.

    Ciao!

  6. “Non nobis Domine, non nobis. Sed nome Tuo da gloriam.”

    walter

  7. Si ,Walter, quello che hai citato era uno dei tanti aforismi che giravano fra gli ermetisti rosacrociani del Sei- Settecento.

    Hai però sbagliato una declinazione: è ‘nomini’ e non ‘nome’.

    Ciao

  8. caro walter e paolo: l’ermeticità del detto latino mi lascia ignorante.

    potete esplicare? mi manca la totale comprensione e sicuramente è importante

    ciao e grazie

  9. @ paolo:
    grazie per la correzione. Il mio latino è al livello di Totò e Peppino, quando chiedono informazioni al vigile milanese.
    @ parvatim:
    era anche il motto del “core” dei Templari. Non c’è niente da spiegare si comprende benissimo.

    walter

    P.S. Ultimamente si sta giocando sporco in rete. Bene….vuol dire che ci siamo.

  10. ognuno ha la sua scuola, e gli illusi si elimineranno da soli.

  11. intendo walter: l’unica gloria è di dio. e gli uomini che la cercano…

    sempre la solita storia dell’ego, insomma….
    http://it.wikipedia.org/wiki/Non_nobis_Domine,_non_nobis,_sed_nomini_tuo_da_gloriam

  12. O Signore, non a noi, non a noi ma al Tuo nome dai gloria.

    Giustamente Walter dice che il motto risale ai Templari ( di questo sul momeno mi ero scordato). Ma nella sua essenza riconosce una origine intemporale.
    Anche gli Alchimisti lo usavano.

  13. “Coi pensieri rivolti totalmente a Me, con le loro vite abbandonate a Me, illuminandosi l’un l’altro, glorificandoMi sempre, i Miei devoti sono soddisfatti e gioiosi”

    BG canto X,9

  14. Scusate ma sto riscoprendo i vangeli.

    “Io ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti, e le hai rivelate ai piccoli” (Luca 10:21).
    “In verità vi dico: se non cambiate e non diventate come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.” (Matteo 18:3).

  15. “Quando l’io ed il mio spariranno, allora il lavoro di Dio è compiuto” proverbio indiano. E’ vero parvatim, la solita storia dell’ego….quello che ultimamente si vede su alcuni blog. Fraternità di intenti…zero. Condivisione delle informazioni….zero. Attenzione alle esigenze di consapevolezza altrui….zero. Umiltà….meno di zero! Ho dimenticato qualcosa?

    walter

    P.S. “Solo gli idioti non hanno dubbi!” “Ne sei sicuro?” “Certo!”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: