la stagione dei crop 2008 continua…

con due spettacolari formazioni apparse a fine settembre.

addirittura nell’ultimo è apparso un codice a barre dal significato: attenti!

non saprei che significato dare a questo codice a barre, apparso in circa 15 anni di crop solo una altra volta. secondo me è un debunking bello e buono (se volete un’altra ipotesi andate a questo link di forgione– che sia ben inteso considero un giornalista serio ed affidabile, ma stavolta non mi trova concorde), dal momento che (lo ho provato di persona) esistono gruppi che su commissione di non si sa chi, ne confeziona ad arte alcuni. [vedere il tag “crop circle” e ripercorrete la storia dei crop romagnoli del 2007].

comunque sia la croce ha un significato che va al di là del significato cristico ben impresso nelle nostre menti (e comunque importante). la croce rappresenta l’unione delle quattro forze matrici della vita e in questo senso era un simbolo sia in oriente, che nella cultura druidica.

in particolare modo, il fatto che il braccio sud della croce sia più pronunciato ( perchè sud? il primo crop è allineato con i segni cardinali- e quello è rivolto a sud) può rappresentare un vettore energetico maggiore rivolto verso ciò che rappresenta il sud. cioè la vita materiale.

come dire: in questo momento forze spirituali importanti si stanno dirigendo verso la terra.

come me sapete che un rinnovamento della società è quanto mai auspicabile, e (perchè no?) qualcuno magari da lassù ci vuole aiutare. ma non vorrei spingermi in discorsi troppo new age. visto che in questo momento tutto quello che è new age è fortemente attaccato ( vedi il doria affaire)

Advertisements

4 Responses

  1. Parvatim vedremo se la prossima settimana avverrà il MIRACOLO DELLA NEVE
    http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/miracolo.htm

    E se nella settimana del Sukkot……

    « E, evaporato lo strato di rugiada, apparì sulla superficie del deserto qualcosa di minuto, di granuloso, fine come brina gelata in terra. A tal vista i figli d’Israele si chiesero l’un l’altro: «Che cos’è questo?» perché non sapevano che cosa fosse. E Mosè disse loro: «Questo è il pane che il Signore vi ha dato per cibo. Ecco ciò che ha prescritto in proposito il Signore: ne raccolga ognuno secondo le proprie necessità, un omer a testa, altrettanto ciascuno secondo il numero delle persone coabitanti nella tenda stessa così ne prenderete». Così fecero i figli d’Israele e ne raccolsero chi più chi meno. Misurarono poi il recipiente del contenuto di un ‘òmer; ora colui che ne aveva molto non ne ebbe in superfluo e colui che ne aveva raccolto in quantità minima non ne ebbe in penuria; ciascuno insomma aveva raccolto in proporzione delle proprie necessità » (Esodo 16.16-18)

    Con gli occhi bendati, guardate alla Verità

    Non è New Age è l’Antico che si Rinnova

    Un abbraccio fratello

  2. Vi lascio anche questo 😛

    http://it.youtube.com/watch?v=ot3kuVvVnwQ

    Attenzione Parvatim nella seconda parte si vede quel grand’uomo di Giovanni Paolo II
    Una luce circondata dalle tenebre

    Onore a chi porta la luce nelle tenebre

    Non siamo mai uguali a noi stessi e chi peccò ma torno al Padre, prendendo la propria croce, merita di essere sollevato e festeggiato

    “Chi guarda in uno specchio d’acqua, inizialmente vede la propria immagine. Chi guarda se stesso, rischia di incontrare se stesso. Lo specchio non lusinga, mostra diligentemente ciò che riflette, cioè quella faccia che non mostriamo mai al mondo perché la nascondiamo dietro il personaggio, la maschera dell’attore. Questa è la prima prova di coraggio nel percorso interiore. Una prova che basta a spaventare la maggior parte delle persone, perché l’incontro con se stessi appartiene a quelle cose spiacevoli che si evitano fino a quando si può proiettare il negativo sull’ambiente.”
    Carl Jung

  3. Caro Timor, trovo strano che una persona della tua levatura consideri ‘un grand’uomo’ il mai rimpianto GPII.

    Non trovo le parole giuste per esprimere un giudizio sintetico su un trombone – ma forse sarebbe meglio definirlo ‘un fenomeno teratologico ‘- quale fu appunto quell’individuo.

    Io una volta lo definii ‘un angelo della morte’ poichè avevo provato a conteggiare tutte le persone che erano morte per incidenti vari durante i ‘viaggi pastorali’ da lui compiuti. Mi ero fermato ad una quarantina di decessi…

  4. Caro Paolo può essere anche come dici tu e tutti conosciamo le connivenze di cui si è apparentemente macchiato. Non voglio giudicare ne commentare; non ho vissuto la sua vita e così devo astenermi.
    Ma ricordo che ci accorgiamo dell’Ombra solo quando la Luce inizia a brillare.
    In questo mondo di polarità non ho ancora incontrato qualcosa che fosse completamente Luminoso tranne che nei sacri testi; anzi ho riscontrato che dove c’è più Luce di riflesso ondate di oscurità montano sempre più nere.
    Questa è l’unico concetto che avevo piacere di compartire.
    Ciao

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: