obama presidente. e adesso? la soluzione della crisi monetaria attraverso una nuova moneta unica?

NN_27obama2

adesso si profilano parecchi scenari…gustosi.

in primis tantissimi americani che non avevano mai votato (ritenendo inutile votare, visto le lobby che controllano tutto) hanno dato la loro fiducia verso il cambiamento scommettendo su obama. come sapete l’america è lo stato al mondo dove i votanti sono più bassi. ma questa volta le percentuali si sono alzate e di molto. cioè molta gente ha visto in lui una possibile guida per un cambiamento della società verso una equità, verso una economia sostenibile, verso una coscienza  più elevata.

non mi sembra poco. del resto obama ha fatto molte promesse: energia rinnovabile, economia di sostegno della classe media ( e quindi meno potere alle lobby), assistenza sanitaria a tutti. per l’america, e soprattutto se confrontata con l’oligarchia di bush, sono idee rivoluzionarie. la gente ha creduto in queste idee, in queste promesse.

adesso vengono le ombre. obama ha avuto finanziamenti da molte lobby della new-economy ( avete visto gli inventori di google in prima fila nel suo discorso post-election day?), e nel suo staff ci sono molti personaggi che non fanno ben pensare. la prima nomina del neo presidente è stato quella del suo capo gabinetto, appartenente ad una solita cricca filo-israeliana, ed inoltre nello staff di obama c’è un certo brzezinsky più altri personaggi di note lobby della city bancaria. insomma i soliti legami con i poteri forti, di cui obama rischia di essere il burattino.

inoltre obama ha il grosso problema della crisi monetaria. al di là delle solite promesse di rito su come risolvere la crisi, c’è il sospetto che ben presto ( si parla di fine gennaio) la crisi verrà risolta in modo drastico.

come? pensateci: quando una attività commerciale ha debiti verso terzi che non riesce a pagare, come fa? fallisce, chiude bottega…c’è il forte sospetto che questa sia la mossa futura. come sapete la cina possiede gran parte delle aziende americane, e moltissimi buoni del tesoro americani. il debito pubblico americano è alle stelle. quindi, come fare? azzerare tutto e partire con una nuova moneta, magari una moneta unica che coinvolgerà la zona euro.

da dove vengono queste ipotesi? sentiamo il mitico ron paul (senatore americano, se non lo conoscete visitate questo mio tag- ne vale la pena): penso che ci sarà l’annuncio di un nuovo ordine monetario; sarà fatto passare come una cosa limitata, certo non diranno che è nato il governo mondiale; ma lo sarà per chi controlla la moneta mondiale e le forze armate… Una Banca Centrale globale, regolamentazioni mondiali e il controllo su tutto il sistema finanziario mondiale, su tutte le materie prime e risorse naturali: che cos’altro si può chiamare un governo mondiale? Sarà l’inizio della fine di quel che resta della sovranità nazionale.

inoltre joe biden e colin powell ( il primo in un comizio elettorale, il secondo in una intervista televisiva) hanno profetizzato una crisi internazionale generalizzata. testuali parole. powell ha abozzato addirittura una data: 21-22 gennaio. che bolle in pentola? anche mc cain in un comizio pre-elettorale ha abozzato a una forte minaccia internazionale prossima ventura. cosa succederà? un nuovo 11 settembre? una crisi con la russia? ( avete visto il berluska che è volato subito a mosca dopo l’elezione dell'”abbronzato” obama?-coincidenza?) con l’iran? un capovolgimento monetario?

credo che come molti hanno previsto ci aspettano dei bei terremoti. in quanto ad obama vedremo la stoffa del neo presidente.

Advertisements

4 Responses

  1. Lo scenario non mi piace per nulla.

  2. Ma che stoffa vuoi che abbia. Obama è una marionetta nelle mani di Brezinsky e dei Rockfeller.

    Visto la prima conferenza del neo-presidente?
    Incredibile. Da restare allibiti per come la telecamera inquadrasse per metà questo pirla ed alla sua sinistra il cosiddetto ‘Chief of Staff ‘ ovvero il Gianni Letta americano, il quale si chiama nientemeno che Rahm Israel Emanuel.

    Nota bene: s’è trattato della prima nomina fatta da Obama dopo la vittoria elettorale. Capita l’antifona? E ci assicurano che egli sta lavorando alacremente per mettere insieme i membri del futuro gabinetto… Ma che mi faccia il piacere…

  3. purtroppo cari zret e paolo, mi sembra molto chiaro il quadro.
    l’unico dubbio è se obama ne è consapevole. e se non lo è, quando si accorgerà di chi si è attorniato , che farà…

  4. Come fa a non esserne consapevole?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: