argelato e il “porta a porta” bocciato: roba da non credere…

tratto dal canale youtube di neoumanesimo, da non perdere

” a me tenere i rifiuti sotto casa non mi piace” dice un cittadino…magari non sa che il porta a porta riduce la quantità di rifiuti, e quindi la quantità di diossina nell’aria, che anche lui e i suoi figli respirano…

e poi a me mi piace mangiare 10 kg di cioccolata al giorno, e poi non mi piace ( a me) andare a lavorare…

certo che se non capiamo che vivere in comunità è anche venire incontro alle esigenze di tutti, che il bene comune spesso richiede sacrifici, e che non tutto ciò che è facile, effimero, egoico porta dalla parte giusta…

avete presente quando pinocchio decise di andare ne paese dei balocchi? da burattino invece di diventare uomo diventò…

la favola di collodi è un magnifico excursus esosterico…e noi siamo ancora asini…

Advertisements

3 Responses

  1. Non ho parole … anzi, qualcuna ce l’ho.

    Comunque occorre capire come facevano questa raccolta e impostare il referendum in modo diverso tipo:
    Vuoi il porta a porta oppure preferisci la raccolta normale e la creazione di un inceneritore nel territorio Comunale?

    E da li si partiva per un gran bel viaggio … 🙂

    Saluti radiosi

  2. sono cittadino di Argelato…e mi vergogno.
    la raccolta era impostata bene, oltretutto non invasiva (era rimasto il cassonetto per l’organico, che è poi la cosa che puzza), partita fin troppo gradualmente (annunciata a maggio 2007, tutti i cassonetti sono stati rimossi ad aprile 2008) unica cosa forse discutibile era la misurazione con codice a barre dell’indifferenziato consegnato.

    i dati son serviti a poco, l’80% di raccolta differenziata raggiunto non ha avuto presa, i 10 euro in meno circa a famiglia sulla bolletta dei rifiuti (in un comune il cui servizio è gestito da una società consorziale di 11 comuni che non ha discariche e inceneritori, e già faceva prezzi minori dal 10 al 20% rispetto ai comuni del bolognese gestiti dal colosso Hera, che hanno tutti performance peggiori nella raccolta differenziata) sono stati considerati “troppo poco per lo sbattimento da fare”…che voglio dire, 10 euro in meno al ritmo dell’inflazione attuale, mi sembra veramente un’impresa notevole

    semmai, come spesso fa la sinistra, il problema è stato invitare la gente a votare per il solito voler essere idealisti e politicamente corretti a tutti i costi, in paese a dieci giorni dal voto, ancora i favorevoli al porta a porta chiedevano ai vari partiti se astenersi o votare no…in 1800 han votato per tenere il porta, il quorum è stato superato di 570 voti…invitare a non votare avrebbe dato una facile vittoria al porta a porta..ma lo si è ritenuto troppo facile.

    complimenti comunque all’amministrazione per averci provato

  3. caro nicola. grazie per la testimonianza

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: