segnatevi questa data….

segnatevi questa data: 21 gennaio. tra poco. o forse il 20, o qualche giorno prima, o dopo, ma aspettatevi il botto.

non ho certo informatori alla CIA, ma facciamo qualche ragionamento insieme.

– in quella data obama diventerà ufficialmente presidente. in campagna elettorale biden ( il suo vice) e c.powell ( del governo uscente- ma un aperto sostenitore di obama) hanno preannunciato “un qualcosa che metterà a dura prova il neo-presidente, chiunque sarà”. qualcosa cosa? default monetario? oppure terrorismo islamico? oppure entrambe?

-che succede nella striscia di gaza? israele sta maciullando dei poveri islamici, senza motivo ( i lanci di missili di hamas che hanno provocao zero morti in israele, fa ridere), contro i veti dell’onu, senza che nessuno-dico nessuno prenda forti posizioni. non lo fa obama, non lo fa l’europa, non lo fa nessuno. come dimostrazione di forza non c’è male. in pratica fanno quello che vogliono. di più: nemmeno fanno entrare la croce rossa nella zona di guerra. una cosa che neanche il reich. e per piacere non dite che sono anti-israeliano. semplicemente non capisco come si possa permettere un tale immotivato massacro senza nemmeno provare una linea politica. e se il prox obbiettivo fosse l’iran? qualcuno si opporrebbe a israele? anche la meschina figura che obama sta facendo dimostra bene chi muove le redini

-il debito pubblico americano: nessuno sa che succederà. il pil in america è calato di 5 punti. e nessuno sa come rimettere in moto la bilancia commerciale. ma già nessuno ne parla più. i tg sono impegnati a distogliere l’attenzione con altri problemi. molti economisti indipendenti considerano il defaul inevitabile. con l’ingresso di una nuova moneta, l’amero. se non sapete di cosa parlo guardate questo video:

– proprio ieri il consigliere di bush per la sicurezza interna ha detto: “qualunque città americana è vulnerabile ad un attentato «con mitragliatori e granate come quello di Mumbai»”. avete capito bene?

ora l’ipotesi, tratta da un commento trovato in rete, che non mi  trova concorde in un punto solo, che spiego dopo:

E’ perfettamente logico, Israele (I buoni) “fa la giusta guerra ad Hamas”, suscitando l’ira di vendicativi terroristi Siriano-Iraniani-Palestinesi, che nello spirito della jihad totale per vendicare l’affronto subito dai “terrorisi” di Hamas a Gaza, fanno esplodere una bomba nucleare “sporca” in una cittadina del midwest, dimostrando che i cattivi “Iraniani” stavano prendendo in giro “l’intera comunità internazionale”, e volevano distruggere l’occidente. Segue ritorsione Americana guerra Indiano-Pakistana crisi Russia-Cina, 3° guerra mondiale ma soprattutto….. fine della crisi economico-finanziaria.
Sembra la sceneggiatura della sesta stagione di “24” in onda su Fox canale 110 di Sky.
Se le cose andranno così penso che i produttori di Hollywood, chederanno i diritti di autore

credo che la crisi finanziaria sia concomitante a questo conflitto transnazionale, conflitto creato ad arte probabilmente per distrarre la gente dalla povertà  che la nuova moneta porterà.

ho anche la risposta ad una obiezione ricorrente: non penseranno di certo che la gente se ne starà buona buona a vedere questa sceneggiata come ha fatto per l’11 settembre? molti hanno capito, molti si sono svegliati… non staranno zitti. ed infatti ecco cosa li aspetta:

manca solo una cosa,  per completare il quadro: certe cose la cricca degli oscurati le fa sempre combaciare con eventi astrologici o con date simboliche ( vedi 11/9) . se qualcuno ha dei suggerimenti…

pensate che sia stato troppo pessimista? credo che si siano buone possibilità che questo quadro si realizzi…

18 Responses

  1. Mala tempora currunt et peiora parantur?

  2. @zret: vedremo…
    intanto ecco uno stralcio da un blog di economia controcorrente che vi invito a visitare:
    http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2009/01/igor-panarin-e-unottimista.html

    “Gli Stati uniti (grazie alla crisi economica) si separeranno in tanti diversi stati!!!
    Gli Stati Uniti si dissolveranno entro il mese di luglio del 2010. L’aumento dell’immigrazione, una profonda crisi economica e il degrado morale stravolgeranno la società statunitense generando un processo in cui gli Stati dell’Unione più ricchi si rifiuteranno di pagare le tasse al governo federale innescando una guerra civile che porterà in pochi mesi alla disintegrazione degli Stati Uniti. Questo causerà la frammentazione degli Usa in sei macroregioni con l’Alaska che chiederà di tornare con la Russia. Questo lo scenario apocalittico previsto da Igor Panarin, ex analista del Kgb ed ora rettore dell’Accademia del ministero degli Esteri, la scuola che sforna i diplomatici russi. Panarin aveva già tratteggiato il crollo degli Usa nel 1998, scrive il Wall Street Journal, ma le sue teorie hanno preso nuovo vigore in Russia dopo lo scoppio della crisi economica-finanziaria che ha quasi messo in ginocchio l’America Secondo la teoria di Panarin, che ricorda da vicino il film «La seconda guerra civile americana» (1997) oltre all’Alaska tornata provincia russa, la California formerà il nucleo della cosiddetta «Repubblica californiana» parte integrante della Cina o sotto la sua diretta influenza. Il Texas guiderà l’omonima repubblica, parte del Messico o suo satellite. La regione di Washington D.C e New York formerà l’ «America atlantica» candidandosi all’ingresso nell’Unione europea. Il Canada farà un sol boccone degli Stati settentrionali centrali. Le Hawaii del presidente Barack Obama saranno un protettorato cinese o giapponese
    L’esercito americano è già stato allertato!!! “

  3. Cazzo parvatim.. Pare che ci siamo..😐

    Se non sarà il 20\1 sarà cmq ne prossimi mesi, l’escalation di “notizie\indizi” è esponenziale.. petrolio alle stelle. crisi finanziaria (globale), crisi energetica – gas (russia, ukraina,europa), crisi terrorismo (mumbai, gaza), insediamento nuovo presidente (usa), più in generale, la violenza nei tg è quasi raccapricciante, stupri, omicidi, bla bla bla..

    Quelle che ovviamente mi sono ricordato al volo, bisognerebbe fare una bella ricerca di almeno gli ultimi 12 mesi e incrociare più dati possibili, date, pianeti ecc…

    Donnie.

  4. esatto donnie, l’escalation è impressionate. il rumore di fondo ha un volume altissimo. ti faccio una domanda: hai notato la reazione della gente? sono tutti incazzati neri,direi fuori di testa. perso ormai da tempo il buon senso vagano come naufraghi in preda a una zattera.

    del resto il piano è diabolico: prima l’elitè ha cresciuto una società con ideali vuoti ( soldi, benessere, edonismo) e adesso glieli toglie dai piedi in quattro e quattro otto.
    comunque il problema è di chi si è costruito queste finte vite e ora paga dazio.
    ciao

  5. blondet ha reso free l’articolo che parla delle documentate previsioni di biden e powell per le date del 21-22 gennaio.

    vi consiglio di leggerlo.

    http://www.effedieffe.com/component/option,com_myblog/show,Biden-profetizza-Obama-come-Kennedy.html/Itemid,272/

  6. Se la fisica quantistica è la fisica delle possibilità, ed il Campo quantico è dove poter sperimentare infinite possibilità, perchè andiamo a scegliere una sola ed orribile possibilità?

    walter

  7. Caro Walter, essendo noi esseri “umani”, razza non in grado di progredire, se non dopo un trauma collettivo che funge da insegnamento…vedi la ciclicità della nostra storia come la conosciamo oggi, viene spontaneo e altamente probabile pensare ciò. Del resto abbiamo prodotto cacca in così larga scala che invertire la rotta di nostra iniziativa, mi sembra alquanto improbabile…. ovvero non ci sarà concesso neanche poter dimostrare di averne l’intenzione! A buon intenditor poche parole!

    Ciao ceci

  8. credo silvano che tu abbia ragione.
    tra l’altro nelle nostre memorie collettive c’è ancora il dramma atlantideo.
    qualcuno di voi ha nemesi al riguardo? io qualche flash oscuro ogni tanto…

    anche se oggi l’umanità è più preparata. non credo che andrà poi così male. solo per chi non è pronto…

  9. Tutti i politici, a qualunque fazione politica appartengano, si dimenano, si sbracano e all’occorenza si stracciano le vesti per sostenere Israele, ufficialmente etichettato come ‘paladino e difensore della democrazia’ e ‘baluardo dell’Occdente’.

    Vergognosa manifestazione ieri sera a Roma a sostegno di Israele con tutti i politici che ballavano al ritmo della musica per essi suonata dai sionisti. Non un minimo di dignità nè di decenza.
    In prima fila fra questi il fascista Gianfranco Fini che ha tirato fuori per l’occasione la migliore versione della faccia da schiaffi che si ritrova.

    Si proprio Fini, il solito elegante gagà ‘politically ultracorrect’ che ha imparato bene da chi gli deriva la sua poltrona di vertice.

    Provate a dare un’occhiata alla orrenda galleria di foto relative all’invasione della stricia di Gaza che ci offre il seguente sito ( la stampa ufficiale si guarda anche dal solo accennare all’esistenza di simili orrori):

    http://thisiszionism.blogspot.com/

    Please scroll down, se ne avete il fegato e disponete di uno stomaco abbastanza robusto.

    Bambini e pargoli cucinati in vario modo: al fosforo bianco o napalm, al forno, bruciacchiati e fusi ( casi di cottura troppo avanzata).
    Chiamate pure il Gianfranco che con la sua spocchia e la sua flemma di politico di mestiere venga a spiegarci quel che è successo.

    Vergogna! Ormai la nostra esisetenza non ha più alcun valore, gli esseri umani valgono meno degli animali.

    Ora arriverà l’abbronzato di turno: noi lo aspettiamo al varco anche se sappiamo in anticipo qual mostro egli è, alla stregua di tutti gli altri.

  10. @ silvano forti (ma anche agli altri):

    allora non mi resta altro da fare come il finale di una canzone di Guccini: “….mi copro il capo e più non sento e mi addormento….mi addormento….”

    walter

  11. Non necessariamente, vedi Walter, la nostra pochezza come razza, ha radici profonde nella funzionalità dell’ignoranza sociale, cioè più non si conosce è più si è strumentalizzati…vedi le varie esperienze a livello globale di tutti i tipi di governo conosciuti. Quello che intendo analizzare è che qualsiasi forma di autorità è legata all’informazione in maniera direttamente proporzionale alla sua forza e quindi si viene a creare un conflitto di interessi intrinseco che spinge codesta autorità ad aumentare la pressione censoria in base alla funzione di coercizione che si vuole ottenere. Bene una volta capito questo, e compreso che nessuno di noi ne è indenne, si può comunque iniziare un percorso alternativo…. del tipo…. “io sono cosciente”, quindi cerco di difendermi, di essere preparato, di diffondere il concetto ad altri…. ma non propriamente di dormire, come sopra riportato! Tu sei uno che pensa, quindi esisti, lo prova il fatto che sei qui a confrontarti con altri dando prova di intelligenza e umiltà, se dormi non pensi e non esisti…. questo è quello che vuole chi ti governa….

    Cordialmente, ceci

  12. Scherzavo….facevo finta di dormire! Sotto la coperta avevo gli occhi a fessura!

    walter

  13. Già, non ci avevo pensato – ma si vede che non sono abbastanza malizioso per pensarle tutte – :
    che gli orrendi massacri di bambini nella striscia di Gaza siano il pretesto per portare a compimento un contraccolpo ‘terroristico’ in Nord America da imputare alla solita Al-Qaeda?
    Che sia questa la ‘prova’ cui verrebbe sottoposto l’abbronzato Obama appena pronunciato il suo sporco giuramento di fedeltà a Satana?

    Le premesse per un ‘false flag’ ci sono tutte; solo che i registi ed i perpetratori degli atti di violenza sono sempre gli stessi e nessuno o quasi lo sospetta.

    Ci manca solo la coscrizione obbligatoria che le ‘democrazie’ metteranno in atto speriamo il più tardi possibile e grazie alla quale obbligheranno i nostri giovani ad andare a versare il proprio sangue per difendere Israele e la ‘civiltà occidentale’ contro gli Arabi.

  14. caro paolo, le foto che hai segnalato sono esse stesse il simbolo della ignoranza della nostra razza.
    che ci siano giornalisti e politici che possano difendere e giustificare l’abominevole atto nei confronti di bimbi di pochi anni colpiti col napal o il fosforo è INDEGNAMENTE MOSTRUOSO.

    il mio cuore non riesce a esprimere il dolore che provo.

    la sofferenza che provo nel pensare ciò che si sta facendo a gaza non riesco nemmeno ad esprimerla. non credo ci siano le parole per farlo.

  15. Anche il mio cuore non riesce a esprimere il dolore che provo.

  16. La mattanza a Gaza sembra terminata (per il momento…). Forse Moloch/Yawhe è sazio? Forse tutto quel dolore, odio, sofferenza e morte sono sufficienti a saturare la griglia energetica terrestre e, quindi, a gettare nello sconforto l’umanità? C’è dell’altro sono sicuro….e la cosa che più mi preoccupa è quella che non conosco.

    walter

  17. caro magic, non c’ è niente fare, il cattivone islamico è un archetipo di paura che ancora funziona…

    mi chiedo come la gente ancora possa cascarci….

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: