w di oliver stone: mirabile mistificazione

l’altra sera ho visto alcuni spezzoni del film di oliver stone dedicato a w. bush. non so voi, ne sono rimasto smagato.

anzi, spiace vedere la totale inversione di rotta del regista che in passato ha regalato anche dei bei film (JFK, platoon, nato il 4 luglio…), ma recentente, vendutosi al potere, ha prodotto due pellicole abbastanza surreali, per non dire del tutto mistificatrici. prima quello dedicato agli eroici pompieri del WTC, e adesso quello dedicato allo scimmione bush.

non che stone de-colpevolizzi il presidente: semplicemnte lo dipinge come un demente di prima categoria, che non sa parlare ( vero), alcolizzato ( vero), in preda a deliri mistici da telepredicatore ( probabilmente vero). ma è il quadro stesso della cupola del potere americano a essere svilita. chiaramente nessuno può credere che bush sia a capo di nessuna-dico nessuna-decisione degli ultimi otto anni, nè alcun normodotato può considerare vero uno dei dialoghi nella stanza ovale in cui si decideva la politica di invasione medio-orientale. ben altre persone , nell’ombra hanno deciso invasioni, terrorismo self-made, e inganni vari. i soliti circoli esclusivi massonici neri.

ancora più incredibile la figura del padre di bush: che sembra un vecchietto autistico, paternalista vecchio stampo, ossessionato dall’ essere un padre amorevole e prudente. tutti sanno che come ex-presidente ed ex-capo della cia bush senior è in contatto con i servizi di intelligence più deviati, e per anni è stato pagato dall’arabia saudita per gestire il propri affari nell’economia americana. insomma, tutt’altro che uno sprovveduto.

ma tant’è: visto che è indifendibile la figura del buon presidente, tanto vale venderne una ancora più falsa: di un ebete non si sa come eletto presidente, che sente dio e decide guerre e leggi. no! signori, bush è sì un burattino demente , ma il centro del potere nascosto e oscuro certo demente non è: il centro del potere è furbo, scaltro e tutt’altro che sprovveduto.

ma naturalmente questa è una verità inconfessabile.

ma forse la cosa più difficile di tutte è capire come sia potuto essere presidente per ben otto anni. senza che nessuno si ribellasse, senza che nessuno fiatasse. dopo guerre finte, prove inesistenti, civili morti….

guardatevi le gaffes più gaffes di bush. ma credo che molte siano dimenticate. vedremo l’abbronzato che saprà fare…ma mi raccomando non createvi troppe illusioni. perchè i burattinai sono sempre quelli. semplicemnte hanno messo un burattino più credibile.

Advertisements

5 Responses

  1. Ottima recensione, Parvatim di un pessimo Stone.

  2. concordo, soprattutto sulla figura del padre, ingannevole fino all’inverosimile !
    l’unica scena del film che probabilmente corrisponde al vero più di ogni altra è quella che si svolge in una stanza dove Cheney (una delle menti anche degli autoattentati del 911), di fronte a una cartina del medio oriente si sofferma sull’Iran e spiega a bush e company l’importanza strategica del suo controllo per via delle immense risorse di petrolio_

  3. dalle mie parti si dice: anche il figlio del gatto si mangia i topi. speriamo che obama non sia il figlio del gatto.
    per quanto mi sembra chiaro chi siano i topi.

  4. Proprio cosi’, Parvatim, un burattino nuovo di pacca e piu’ presentabile!…purtroppo.

  5. pienamente d’accordo. ma poi cosa pensano i pseudo alternativi pseudo progressisti filo-veltroniani filo-obama (bush era uno stupidotto influenzato da petrolieri ed affaristi, adesso invece con obama novello m.l.k. siamo più tranquilli…!!!), che la sinarchia attraverso un film apparentemente controcorrente ci permetta di capire come realmente vadano gli eventi? incredibile come pure i più sensibili ai deliri del mondo prendano quasi per oro colato una storiella colorita e grottesca come questa di oliver stone (autore peraltro di validi film…o è un servo/complice dell’èlite o semplicemente non ha potuto esagerare…). allucinante, come sottilineavate, l’immagine di bush vecchio e pure quella della meticolosa segretarietta con-dolcezza rice…..

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: