copenaghen 2009: riscaldamento globale o balla globale ?

ecco un grande articolo da un blog che consiglio di seguire ( clikka qui) che vi spiega la balla del secolo: il riscaldamento globale. del resto le fanfare delle corporations stanno pompando alla grande la riunione dei “grandi” ( e miserabilmente piccoli burattini) a copenaghen tra pochi giorni. buona lettura

Ci sono state presentate e ci presentano ogni giorno varie proposte economiche col fine di salvare l’umanità da un surriscaldamento della Terra; abbiamo bisogno di smettere di emettere gas a effetto serra perché il surriscaldamento galoppante é causato solo dal CO2. Per aver salva la vita, l´idea è che dovremmo modificare la nostra produzione industriale, utilizzando meno questa sostanza molto velenosa e tossica, e quindi utilizzare un metodo di contabilità ancora più drammatico (la carbon tax) per condividere l’inquinamento con quelle nazioni che “hanno” e quelli che “non hanno “. Il costo economico ha poco o nulla a che fare con il risultato. Ci dicono che occorre fare “qualcosa” per salvare l’umanità dalla distruzione del nostro pianeta a qualunque costo perché se non si fa nulla il costo futuro supererebbe di gran lunga il costo attuale facendo qualcosa.

Sembra tutto una fantastica idea per salvare la razza umana da una morte certa, ma in realtà è solo un´ altra panacea ideologica. Tutto questo è progettato per mantenere l´idea che l’uomo sta cambiando il clima della Terra a tal punto, che se la razza umana non fa qualcosa adesso siamo tutti destinati a morire. C’è un altro modo di vedere questa situazione che è diventata un’altra versione della favola di Hans Christian Andersen’s “Il vestito nuovo dell´Imperatore”. L’imperatore (IPCC e scienziati del clima GW) era esposto nudo al pubblico nella via e nessuno aveva il coraggio di dire cosa vedeva realmente, cosí gli scienziati sono esposti ai principali mezzi di comunicazione, i mezzi di comunicazione come i cortigiani della favola che non hanno il coraggio di dire quello che vedono realmente e riferiscono solo ciò che dice l´imperatore, e a loro volta i media (cortigiani) informano il pubblico dicendo che l´imperatore sta indossando un nuovo abito, pur essendo completamente nudo. Naked è la definizione utilizzata per sostenere una affermazione scientifica con una totale mancanza di prove scientifiche a sostegno.

La scienza ha una lunga storia di lotta per la verità.
Ma ora la storia del riscaldamento globale causato dalle attivitá umane ha avuto due inattesi sbandamenti. Il primo nel senso che non ci sarebbero state molte voci discordanti se non fosse per il Sole che è inaspettatamente tranquillo nel corso degli ultimi due anni, e il secondo è ancor piú grave: é che stanno venendo alla luce manipolazioni truffaldine sulla scienza che era e doveva restare neutra. E alla fine finalmente c’è una voce in mezzo alla folla che ha il coraggio di urlare: “Il re IPCC é nudo!”

Il clima “realista” degli “scettici” ha avuto una grande fortuna, perché ci stiamo muovendo da uno scenario a un altro, potremmo essere sul punto di saltare da una fittizia “padella caldissima” direttamente a un frigorifero!

L’IPCC / e i modelli al computer delle Nazioni Unite hanno fallito così tante volte che avremmo pensato che il vecchio “buon senso” sarebbe prevalso, in quanto, nel “Man Made Climate Change” la teoria non funziona. Il fatto della questione è, che i media sono come i cortigiani e sono il sostegno e la comunicazione di una teoria falsa e fuorviante rivolta al grande pubblico, e sono arrivati a riferire che il clima sta facendo tutto quello che si aspettavano con i loro modelli, e addirittura sono arrivati ad asserire con grande sicurezza che “il raffreddamento globale degli ultimi 11 anni è un segno sicuro del riscaldamento globale!” e chiunque dica il contrario é un eretico “scettico”. Scettico la parola che é diventata nei loro intendimenti un insulto, ma che per me significa libertá scientifica galileana.

La storia del clima della Terra dimostra le evidenze che é influenzato dall’attività del Sole a lungo termine: meno attività del Sole e andiamo incontro ad un “Global Cooling” piú attivitá solare piú “Global Warming”. In qualche modo questa semplice regola non ha fatto la sua comparsa nel cervello di tutte quelle persone direttamente coinvolte con l´AGW.

L´IPCC dice che c´è una falsa coincidenza tra attivitá solare e clima sulla Terra. I loro principali scienziati del clima continuano a dire che é stata la polvere vulcanica a causare nei tempi passati il “raffreddamento globale” e non una coincidente bassa attività solare.

Solo recentissimamente qualche scienziato del GW comincia a dire che l´attivitá solare puó avere qualche effetto sul clima; ma se si convincono che l´attivitá solare é determinante sul clima, devono anche accettare che si puó prevedere il clima futuro rilevando i dati del sole piuttosto che fare delle analisi spurie su dati che nessuno puó controllare. I risultati dei loro modelli devono essere assunti come una VERITÀ assoluta e con FEDE.

Un sole attivo è un sole “sano” e la frequenza delle macchie solari indica che il sole sta superando la fase di minima attivitá che é un indice di un sole debole e malato.

Mentre ci avviciniamo Solar Cycle 25 (che secondo i fisici solari dovrebbe avvenire nel 2019) la Terra continuerà a poco a poco a raffreddarsi dal picco del 1998, a causa della mancanza di attività solare. il grande pubblico si sveglierà e si troverá in un mondo moderno, quando realizzerá che vi é stato un raffreddamento del “clima”, e così facendo, il popolo probabilmente comincerá a non tener piú conto delle informazioni di quella parte dei media che hanno sostenuto il mito del GW “colpa dell´uomo”.

I media hanno la responsabilità di dare al pubblico una informazione obiettivita ed equilibrata, ed é anche opportuno che diano voce a quelli che sono stati definiti “scettici” . Abbiamo attraversato un periodo nella storia in cui il popolo era dominato dalla propaganda politica manipolata, oggi è grazie al “WEB”, che é una voce potente tra la folla, che si puó e si deve gridare, per far svegliare tutti dal torpore mediatico, “IL RE IPCC SOTTO IL MANTELLO DELLA SCIENZA, È NUDO”.
Il popolo del WEB, il popolo della libertá, il popolo senza confini, il popolo che non vuole le dittature di qualunque colore esse siano, il popolo che si scambia miloni di comunicazioni al minuto senza tempo e senza spazio, il popolo che ha anche i suoi eroi che sfidano le dittature sia politiche che economiche che… CLIMATICHE.

Advertisements

3 Responses

  1. Grande Parvatim!!!

    Consiglio anche la lettura di “Non è vero che tutto va peggio”.

    Certo è che comunque dobbiamo meditare anche sul nostro impatto perchè non c’è solo la temperatura ballerina nel nostro futuro ma anche quello che respiriamo e quello che ci rimarrà da bere …. chissà 🙂

    Saluti radiosi

  2. grande romeo. un salutone. esponi il concetto del post anche agli amici del gas. come vedi siamo circondati dalle bugie e quelle col profumo di “libro cuore” ( salviamo il pianeta, amiamo l’ecologia) sono le più balle di tutti.

  3. Gratis il modo x accumulare anidride carbonica e fermare il cambiamento climatico

    Ciao a tutti, come va?

    Il cambiamento climatico imperversa, per fermarlo bisognerebbe accatastare miliardi di tonnellate di anidride carbonica sotto forma di legno o cellulosa.

    Qualche anno fa Bill Clinton ( presumibilmente il chairman del governo mondiale) aveva promesso un ricco premio, un milione di euro, a chi avesse trovato un facile metodo per prelevare dall’atmosfera grandi quantità di anidride carbonica.

    Vi spiego come, nella maniera che cerco di fare da oltre 20 anni rischiando la vita, subendo minacce di morte tutti i giorni, venendo boicottato, diffamato e perseguitato quotidianamente dagli scagnozzi di Bill Clinton: raccogliendo foglie.

    Provo a dirvi il problema completo.

    Da una parte bisogna interrompere le emissioni serra utilizzando la Serpentina di Schietti invece di petrolio, carbone, gas, legname.

    Poi bisogna riforestare ovunque possibile in particolare le aree desertificate subsahariane, anche coltivando alberi da frutta, perchè il legno è fatto di carbonio, che si ricava dall’anidride carbonica.

    Poi infine bisogna utilizzare le foglie di parchi, giardini e boschi per produrre cellulosa invece degli alberi delle foreste.

    Le foglie se vengono lasciate marcire nei boschi emettono gas serra. Idem se vengono bruciate negli inceneritori.

    Se invece venissero raccolte e lavorate per produrre cellulosa, l’anidride carbonica verrebbe immaganizzata. Possono anche essere utilizzate per produrre cubi e pannelli per edilizia.

    E non verrebbero tagliate le foreste per produrre carta igienica, scottex, carta.

    Pensate ai parchi e giardini di tutto il mondo, pensate ai boschi, pensate a quanti miliardi di tonnellate di foglie vengono prodotte ogni anno dagli alberi che vengono lasciate marcire o vengono bruciate negli inceneritori.

    Secondo i miei calcoli, insieme alla Serpentina e alla riforestazione, con le foglie in 15 anni sarebbe possibile fermare il cambiamento climatico.

    Parlatene a tutti, Schietti sa come fermare il cambiamento climatico, Schietti sa come immagazzinare miliardi di tonnellate di anidride carbonica, utilizzando le foglie per produrre cellulosa, ma ogni volta che ne parla cercano di ucciderlo.

    Nel 2008 in Val di Vara venne rasa al suolo la mia foresta con cui cercavo di dimostrare pubblicamente con servizi giornalistici quotidiani in internet che si poteva diventare ricchi, salvare le foreste e fermare il cambiamento climatico pulendo i boschi, raccogliendo foglie, ricci di castagne, pigne e tagliando alberi morti.

    Ogni volta che spiego che la soluzione al cambiamento climatico sono le foglie comincia a squillare il telefono di casa mia e subisco minacce di ogni genere, per favore aiutatemi.

    Grazie dell’attenzione, in attesa della Serpentina di Schietti, della cellulosa ricavata dalle foglie, la parola a Dio e alla prossima catastrofe generata dal cambiamento climatico, ogni volta sempre peggiore.

    Domenico Schietti
    http://domenico-schietti.blogspot.com/

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: