thrive

ecco un bel documentario. guardate e diffondete

11 settembre in tre minuti…..

tutto l’11 settembre in 3 minuti

come inizio 2012 non c’è male

progetto bluebeam alle porte?

inanzitutto cos’è il progetto bluebeam? in due parole: una finta invasione aliena. più dettagli clikkando qui

cosa me lo fa pensare? potrebbe essere che zio parvatim stia invecchiano e che quindi il mio complottismo stia diventando più acuto, ma vedo in tv e in facebook una marea di gente che parla di  contatto imminente con i fratelli siriani.

oibò! quando sento fanciulleschi adepti newage parlare di queste cose come imminenti, del 28 ottobre ( o il 26? )come una data di cambiamento secondo il calendario maya, quando sento parole come “consapevolezza globale”, “ascensione di coscienza globale” o altre michiate simili, sento odore di bruciato.

ad una recente conferenza ufologica ho sentito parlare di “cambiamento imminente” e contatto alle porte.

ergo, stanno progettando qualcosa di grosso. non i buoni, ma i soliti marpioni. scommettiamo?

UPDATE doppio oibò: secondo il siriano salusa (esticazzi no?) è arrivata l’autorizzazione ( da chi? dalla federazione galattica, il tutto vidimato e protocollato, ovviamente) per il contatto. per chi mi vede munito di troppo sarcasmo, ribadisco che:

1-sì, considero ovvio che esistano civiltà nel cosmo, anche più evolute tecnologicamente e spiritualmente di noi

2-che proprio per questa loro superiore evoluzione considero del tutto improbabile che si manifestino in massa, sbattendosene del libero arbitrio, della cscienza di massa, di fatto distorcendo e annientando la società umana con la loro apparizione. c’è qualcosa che non quadra in questa storia.

semplice, no?

scusate l’incursione nella politica che rappresenta per antonomasia il teatrino scimmiesco italico, ma il nodo della politica italiano sta tutto qua, in una parolina semplice semplice: SOLDI

quindi lasciamo stare il popolo padano, la secessione, le scoregge e i diti medi di bossi. lasciamo stare le elucubrazioni porcellesche di calderoli, le minchiate di maroni, le sparate quotidiane delle camice verdi.

soldi, soldi e ancora soldi. il resto è noia.

“…Tutto di muove, ma niente si muove davvero …”

come è lunga l’attesa…

bilderberger 2011: obbiettivo crisi globale?

tratto da ecplanet, un articolo su prossimi, probabili, scenari futuri.

Nel mese di giugno 2010 questa testata pubblicata l’articolo: «Bilderberg 2010: obiettivo povertà mondiale e bloccare il risveglio». Un articolo molto chiaro sulle vere future intenzioni dei pochi che pilotano questo povero pianeta. Lo scorso mese di giugno abbiamo pubblicato l’articolo: «Bilderberg 2011: obiettivi, prezzi petroliferi alle stelle e crisi globale», che conferma in maniera enequivocabile l’altro articolo del 2010. Recentemente il prestigioso quotidiano wallstreetitalia.com pubblica questo articolo. Buona lettura…

Uno degli argomenti principali trattati nell’ultima riunione della società quasi segreta dei potenti di Bilderberg, una delle più ambiziose élite del mondo (vogliono il controllo globale), pare sia stata “la liquidazione dell’Europa”.

Ecco come sono andate le cose, punto per punto, sulle Alpi Svizzere il 9-12 giugno 2011, secondo i racconti di diversi analisti, il cui contenuto va letto e interpretato con il dovuto distacco e senso critico. WSI ne aveva già offerto un primo resoconto due mesi fa.

A Saint Moritz non si è parlato solo del disastro di Fukushima e delle rivolte della primavera araba, ma anche della chiusura degli impianti nucleari in Germania, dei presunti problemi legati alle attività su Internet e (come reso noto dal direttore generale della Deutsche Bank J. Akkerman, tra i membri fissi della lobby che punta a instaurare un nuovo ordine mondiale) del “prolungamento artificioso” della crisi allo scopo di indebolire le economie nazionali.

Una delle colpe maggiori del continente è avere 400 milioni di persone che vivono con standard di vita troppo alti e costosi per lo stato (vedi sistema di sussistenza e servizi sociali). Per annullare tali privilegi, l’idea è scatenare “un caos gestito” che sarebbe “utile non solo per screditare i politici, ma l’istituzione della statualità come tale”, che la plutocrazia considera il suo nemico principale.

Non si potrà arrivare a un nuovo sistema di governance, senza prima provocare la demolizione della fortezza Europa. Per farlo vanno colpiti i settori finanziario, politico e sociale.

Gli obiettivi principali per scardinare i tre pilastri sono:

1) minare le economie nazionali

2) provocare la rottura dell’Unione Europea

3) scatenare un “caos gestito” esportando le rivoluzioni, i flussi migratori di rifugiati musulmani e la dipendenza da sostanze stupafecenti.

Per raggiungere il primo obiettivo, il piano ambizioso si propone non solo di minare la credibilità dell’euro, ma provocare anche un default del debito di paesi che non fanno parte dell’area della moneta unica. Un default che sarebbe la conseguenza di una crisi finanziaria iniziata quattro anni fa e che riguarda tutti i membri della piramide mondiale, compresa la Federal Reserve.

Il collasso del sistema della banca centrale americana finirà per pesare sulle spalle della popolazione statunitense e sarà l’inevitabile e logica fine dei 40 anni di dominio dei soliti noti delle forze mondiali, che è stato redditizio per gli organizzatori del sistema e penalizzante per tutti gli altri.

Grecia e Piigs sono diventati i capri espiatori solo perché non sono riusciti a resistere alle pressioni esercitate dal “casino globale” e hanno perso sempre più fonti di risorsa interne. Dalla riunione di due mesi fa è emerso inoltre che la solidarietà politica della Ue non assicura per forza l’integrità della stessa unione.

È una situazione in cui tutti preferiscono morire soli. All’inizio della crisi greca si parlava di “effetto domino” e della catastrofe che avrebbe rappresentato l’uscita di Atene dall’Ue. Ma a fine giugno ormai il crack di un solo paese era diventato un’opzione a breve termine presa in considerazione come la pillola meno dolorosa da ingerire. Al contempo sono aumentate le richiedeste di espulsione di tutti i paesi insolventi dalla confederazione europea.

Per quanto riguarda l’attacco all’economia, porterà da un lato alla disintegrazione dell’Unione Europea e alla riduzione dei finanziamenti per i programmi di assistenza e servizi sociali con il conseguente inevitabile ampliamento del gap tra ricchi e poveri, dall’altro creerà la prima ondata di caos, i cui primi sintomi già si possono notare a questo stato delle cose.

Clicca qui per visionare la lista ufficiosa dei partecipanti, divisa per paese, dell’ultimo Meeting svoltosi a St. Moritz.

gli ufo sono di natura multidimensionale: lo dice l’fbi

vorrei agire da cassa di risonanza proponendo questo post , già rispreso dai blog di mike plato e adriano forgione, che seguo spesso e volentieri.

il documento declassificato dell’fbi parla chiaramente di concetti nuovi ed esplosivi da un punto di vista concettuale, gettando le basi per una nuova interpretazione del fenomeno extraterrestre.

anzi considero l’ufologia pinottiana definitamente incenerita da questo documento, che sancisce invece la vittoria della esobiologia e sottolinea che il fenomeno va inteso con basi filosofiche, gnostiche. insomma, i cervelli fbi hanno sempre saputo che cosa fosse il fenomeno ufo e quindi risulta evidente come la macchietta hollywoodiana dell’omino verde invasore sia sempre stata una caricaturafinta e voluta con l’unico scopo di fuorviare il popolino stolto dalla vera natura delle cose.

se andate al punto 5 e 6 dell’immagine qui sotto, leggerete che ” (gli ufo) non vengono da alcun pianeta, nel senso in cui interpretiamo la parola pianeta, ma da una dimensione che conpenetra la nostra realtà, e che loro (gli ufo) si materializzano nella dimensione vibratoria della nostra realtà”

scorrendo altre parti del documento, si legge che agiscono in pace, hanno forma umanoide, che possiedono un tipo di energia radiante e che provengono -UDITE UDITE-da quello che gli gnostici indù chiamano LOKA ( clikka qui).

il loka secondo la concettualità induista indica uno stato vibrazionale di vita, di cui la terra è uno. esistono vari loka, cioè luoghi spazio-temporali della vita  e da essi, secondo il documento fbi , provengono gli ufo.

E NON VI SEMBRA UNA BUONA GIORNATA?

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.