il brunello ama mozart!

giuro che il vino di mozart lo voglio fare anch’io!!!!

comunque nulla di nuovo e nulla di stupefacente, è appurato che le mucche che ascoltano mozart producono più latte, così come uno dei pochi rimedi per l’autismo sia la musica di amadeus. non mi stupisco vista la sublime grandezza dell’artista, la incredibile spiritualità della sua musica. e nulla di nuovo visto che le onde sonore sono energia…ora immaginate se all’asilo lo facessero ascoltare, se negli ospedali lo facessero ascoltare…ma no, dai diamo antibiotici….

FATE STUDIARE MUSICA AI VOSTRI FIGLI!!!!!!!!!!

dal blog ( veramente bello) yoga e salute:

SIENA – Sembra una di quella favole metropolitane create alla vigilia di ogni vendemmia, ma in questo caso c’è anche un’università che sta compiendo uno studio. La storia mette insieme vigne e musica classica: un binomio alquanto insolito.

VIGNETI – Giancarlo Cignozzi, proprietario dell’Azienda agricola «Al Paradiso» sostiene che da quattro anni coltiva i suoi vigneti ascoltando la musica classica di Mozart e Tchaikovsky e che da allora le sue piante crescono più forti e più velocemente. La musica allontana i parassiti, i batteri e la muffa, mentre nei vigneti limitrofi dove non si segue «la terapia musicale» i parassiti sono molto attivi. Inoltre, i grappoli di San Giovese coltivati da Cignozzi maturano in poco più di 10 giorni, mentre normalmente la maturazione supera i 20 giorni. Tutte coincidenze? Intanto l’Università di Firenze ha cominciato uno studio sulla cosiddetta «Terapia musicale».

WEB – Cignozzi comprò la fattoria di Frassina, vicino Montalcino nel lontano 1990. Un giorno stava navigando su Internet quando s’imbatte in alcuni studi cinesi e coreani pubblicati sul web che parlavano di effetti benefici della musica sulle piante. Essendo un amante del vino e della musica non perse molto tempo e si dedicò al lavoro ascoltando le note dei suoi autori più amati, Mozart e Tchaikovsky.

UNIVERSITA’ «Più volte ho accompagnato i vendemmiatori al suono della fisarmonica ed ho sempre avuto la sensazione che l’armonia musicale potesse dar vita ad un’atmosfera magica intorno alle uve a ai mosti così quando ho creato Il Paradiso di Frassina, ho deciso di avviare un progetto musicale che coinvolgesse la vite e il vino » dice Cignozzi, che precedentemente lavorava come avvocato. L’Università da qualche mese si è messa a lavoro: «Il vino sembra effettivamente migliore» dice Stefano Mancuso, professore di Patologie Agrarie all’Università di Firenze. Ci potrebbero essere altre ragioni, indipendentemente dalla musica e stiamo cercando di appurarlo attraverso dei test scientifici».

TEST – Due serie di esperimenti sono già pronti: dieci vini diversi sono stati messi in recipienti separati e saranno «alimentati» da musica classica, mentre altri dieci, a trenta metri di distanza saranno lasciati nel silenzio assoluto. La salute delle piante e la qualità dei grappoli sarà misurata in un periodo di tempo che supera l’annata. Nel frattempo, nei laboratori dell’Università, le piante saranno esposte alla musica per vedere come queste rispondono. I ricercatori inoltre esporranno due gruppi di vini a un’alta quantità di insetti: naturalmente un gruppo sarà accompagnato dalla musica, l’altro dal silenzio.

MUSICA – Dopo questo periodo sarà possibile stabilire se Giancarlo Cignozzi ha ragione o se la musica l’abbia suggestionato. Il professor Mancuso dice che adesso è troppo presto per dare un giudizio, ma assicura che non si stupirà se l’ex avvocato ha visto giusto. Intanto Cignozzi sta facendo un suo personale esperimento: vuole capire come rispondono i suoi vigneti alla musica di altri due amati artisti, Brahms e Lizst.

Francesco Tortora

Advertisements

dolomiti e chemtrails

al mio arrivo in montagna (nelle montagne sopra trento) per qualche giorno di relax e di ossigenazione (fisica e mentale) sono rimasto letteralmente shockkato nel constatare l’allucinante irrorazione chimica in atto. quotidianamente. 24 ore su 24. con reticoli mostruosi. continui. reticoli allucinati che stagliavano la meravigliosa aria di montagna.
sono rimasto senza parole.
devo però anche constatare che questa mostruosa e agghiacciante irrorazione (che ad esempio, in tanti anni dove abito in romagna non ho mai visto) non ha limitato nè la piovosità (quasi quotidiana), nè l’energia dell’aria dei monti e dei boschi, che per uno che abita in pianura come me è molto ben percepibile.
ed ora guardate la foto (clikkate per ottenere una breve animazione), perchè vorrei abozzare alcune considerazioni.

come vedete l’immagine ( di qualche giorno fa) dimostra lo stato di alta pressione che persiste in italia. più che alta pressione direi una cappa soffocante e opprimente di dor. eppure in corrispondenza delle alpi e della dorsale appenninica si vede il mesto e umile affiorare e crescere di qualche nuvoletta. che significato dare? quale spiegazione?

ecco la mia ipotesi: come spiegato in più articoli del blog tankerenemy le scie (insieme ad haarp ed onde elettromagnetiche) hanno lo scopo ultimo di una completa dorizzazione del pianeta (per chi fosse all’oscuro degli studi di reich, e del concetto di orgone e di DOR clikkate qua)

doriizazione in termini spicci vuol dire che lo scopo è quello di soffocare attraverso vari strumenti l’energia vitale del pianeta e dei suoi abitanti riducendo l’umanità intera in zombie accodiscendenti e l’energia di gaia (essere, vi ricordo, vivente e pulsante-altro che unione di varie croste magmatiche…) a una putrida melmaglia morente.

i monti, e le valli incontaminate, e ogni luogo in cui la natura sia ancora incontaminata e pura sono una fonte di grande energia vitale (=energia orgonica). la catena alpina con le sue maestose vette, le conifere lussureggianti, e le falde pure che vivono nel grembo delle rocce sono un grande accumulatore/trasmettitore di vita. ecco spiegato ( mia ipotesi) perchè in prossimità di monti nascono questi cumuli nuvolosi. vorrei azzardare che le alpi e la catena svizzera-austrica Continue reading

il principio unico della vita

personalmente non ho mai avuto dubbi (da quando adolescente ho iniziato a farmi qualche domanda) che ci fosse un principio unico che sottende alla vita in senso più ampio. personalemnte sono molto vicino al concetto di demiurgo di platone, che a sua volta prese ed elaborò queste idee dalla filosofia vedica orientale (ne avevo già parlato qui).

per voi che la pensate come me, questo video quindi non aggiunge nulla di nuovo.

eppure, se pensate che la fisica quantistica sta compiendo il primo secolo, e se pensate che i principi della quantistica portano proprio a queste conclusioni, converrete con me che davvero ( e come minimo) c’è una grande opera di insabbiamento in corso da tanto tanto tempo.

personalemente credo che siamo giunti al termine di questa oscurità. troppe coscienze , troppi uomini chiedono di andare oltre alle convenzioni vuote che ci hanno propinato.

il mio augurio è che sempre più si uniscano a questo oceano di coscienze alla ricerca di verità

P.S. mi è capitata una cosa curiosa, mentre guardavo il video e i nuovi crop inglesi. voglio condividerla con voi:
se andate al minuto 7:19 del video ( si sta parlando della complessità frattalica della vita conseguente all’aumento vibratorio) troverete un fotogramma quasi uguale a questo crop, apparso la notte del 17/7 in UK.

come dire: o questi buontemponi circlemakers la sanno lunga, oppure il messaggio ( qualsiasi entità fisica lo abbia fatto) ci sta indicando prorpio il principio frattalico della vita di cui il video parla. ecco un bell’esempio di sincronicità. se avete, al riguardo, altre spiegazioni, sono ben accette

indovinello…

guardate l’immagine animata e indovinate dove è posizionato il mio cloadbuster…

clikkate sull’immagine per l’animazione

caso? spero si apra un piccolo dibattito…

strane nuvole prima del terremoto cinese

queste foto e questo video stanno facendo il giro del mondo. anche se nei tg sicuramente non ne avete sentito parlare.

questi strani fenomeni luminosi, queste strane nuvole colorate sono state avvistate prima del terremoto nei luoghi in cui più di 70 mila persone hanno subito il tragico evento.

ora, non sono un esperto, ma qualcosa di strano c’è. non so se è un fenomeno naturale o un fenomeno indotto da qualche diavoleria elettromagnetica, onde haarp, oppure armi satellitari…

se avete qualche notizia o impressione dite pure la vostra…

se clikkate qui vedete la mappa in cui sono comparsi i fenomeni luminosi

proprietà dell’acqua

prima di guardare questo video immaginate che il nostro corpo è per la maggior parte composto di acqua.

e ora provate ad immaginare a cosa succede al vostro corpo se siete immersi in onde sonore caotiche, a campi elettromagnetici caotici, o se lo stesso succede all’acqua che bevete o con cui cucinate i cibi.

decisamente notevole, no? eppure nessuno ne parla. e le leggi dicono che le onde elettromagnetiche a cui siamo sottoposti ( legalmente od oscuramente) non sono un problema. una ennesima bugia.

multidimensionalità e sincronicità

uno degli aspetti più controversi di molti libri e studi alternativi è il concetto di multidimensionalità/sincronicità. mi spiego meglio: quando viene detto che il tempo in realtà non esiste e che tutto si svolge/diviene/è in una dimensione di contemporaneità e che ciò che noi intendiamo come passato e futuro è una distorsione dei nostri sensi tridimensionali, qualcuno vacilla o fa spallucce… non esisterebbero vite passate, ma vite contemporanee in cui il nostro sè spirituale si incarna nello stesso momento…

è effettivamente difficile comprendere come in una possibile realtà oltre la terza dimensione (che noi viviamo) tutto possa essere visto senza le costanti del tempo o dello spazio che sono per noi mattoni della nostra vita materiale

forse questa chicca trovata su youtube ve lo può far capire. il video fa vedere come movimenti bidimensionali strani e incomprensibili siano nella pratica movimenti tridimensionali banali e ovvi. immaginate non più (come nel video) seconda -terza dimensione, ma terza-quarta dimensione…. ricordandovi che nella teoria delle stringhe esistono infinite dimensioni…