italiani: quadro desolante

spesso mi chiedo come sia possibile che nel XXI secolo ci sia ancora gente con deliri xenofobi, che considera alzare la voce un segno di virilità e che pensa che l’unica cosa che conti nella vita sia comportarsi prepotentetemente come per vivere il rapporto con gli altri in una continua sfida.

eppure la risposta è semplice: si chiama ignoranza. e chi fa le campagne elettorali lo sa bene. chi possiede le tv e decide i palinsesti televisivi lo sa bene. leggete questo reportage dal blog di piero ricca e rimarrete sconvolti. anch’io pensavo fossimo messi male. ma così male no.

…Qual è il livello dell’istruzione e della cultura degli italiani? Se ne parla poco o niente, eppure la risposta a questa domanda aiuta a capire tanti problemi.

“Cinque italiani su cento tra i 14 e i 65 anni non sanno distinguere una lettera da un’altra, una cifra dall’altra. Trentotto lo sanno fare, ma riescono solo a leggere con difficoltà una scritta e a decifrare qualche cifra. Trentatré superano questa condizione ma qui si fermano: un testo scritto che riguardi fatti collettivi, di rilievo anche nella vita quotidiana, è oltre la portata delle loro capacità di lettura e scrittura, Continue reading

Advertisements

cazzate bianche

memphis_pecci.jpg

avrete sentito dell’imminente nuova fiction tv di mediaset crimini bianchi. dove i paladini della giustizia ( due soliti attori monoespressione faciale e risultato della beona cacofonia coatta italiota che oggi chiamano arte interpretativa) sono nientemeno che i fondatori di una associazione per i diritti del malato; le storie saranno basate su eventi reali, ma romanzate, ci dice intrepidamente tvblog.it. romanzate quanto, non si sa, nessuno lo dice, e credo che saremo ai livelli del dott hause, dove i casi presentati non hanno un barlume minimo di veridicità, ma fanno sicuramente scena nei cervelli in pappa del pubblico. quindi perchè dire romanzate? diciamo pure inventate di sana pianta.

mi piace veramente il genere fiction, che dopo aver ripreso il filone storico, reinterpretando e inventando la storia ad uso e consumo della tv, ora si butta sui generi reality-fiction. lo stesso produttore di crimini bianchi ha prodotto la indispensabile serie RIS, dove gli intrepidi poliziotti risolvono ogni caso. peccato che nella realtà tantissime indagini siano ancora lontane dalla soluzione (garlasco, cogne…) nonostante i plurimedagliati generali siano sempre in tv a dispensare verità fuorvianti. queste fiction rispondono alla stessa esigenza: proporre una finta realtà in cui l’inconsapevole homo televisivus si riconosca, suscitando emozioni finte e vacue in base alle sciocchezze propinate con la pretesa che siano la realtà. Continue reading

un nuovo supereroe…

pamparana1.jpgp21.jpg

ragazzi avete sentito? c’è un nuovo supereroe! l’indignato speciale!

pochi giorni fa su invito degli amici zret e straker ho scritto ad andrea pamparana. per invitarlo a parlare nei minuti della sua trasmissione a mediaset (indignatospeciale-nientemeno), tra una facezia e un indigno da due lire, di parlare di qualche problema vero, come ad esempio le chemtrails.

non l’avessi mai fatto: mi ha risposto piccato dicendo che lui sì ne ha sentito parlare, ma i pareri sono contrastanti e mi ha intimato di abbassare i toni …va beh, forse sono stato troppo…diretto, ma sapete non ho una gran stima di questi giornalisti…sapete, sono dubbioso per natura…ma naturalmente mi posso sbagliare…

spero che l’indignato speciale si documenti veramente (magari non leggendo c-attivissimo o s-focus) e che nei due-minuti-due di programma dica, riguardo alle scie-chimiche ( se mai ne parlerà), qualcosa di serio e non le solite bolsaggini…o le solite scuse…o le solite manfrine…che ormai non attacca…oppure in alternativa se proprio delle scie chimiche non si può parlare ecco altri argomenti non da poco: il signoraggio bancario, oppure quella cosa chiamata religione cattolica e il suo potere… Continue reading

l’ultima frontiera della paura: i delitti perfetti impossibili

m9yt.jpg

va bene che io sono molto complottista, ma questa notizia sulla strage di erba mi ha fatto suonare più di un campanello nel cervello.

iniziamo col dire che la paura è il più grande meccanismo di controllo perpetrato dall’elitè sugli abitanti del pianeta terra. paura di che? di essere poveri, di essere brutti, paura di non piacere agli altri se non si entra nei canoni della moda ( moda sociale, moda di pensiero, di atteggiamento, di comportamento, cioè: il conformismo sfrenato) , e paura del prossimo, della violenza che percepiamo in modo quotidiano nella nostra vita.

boijs nel suo documentatissimo blog, giustamente dice: “Mi sono preso “l’autorità” di fare un’analisi, per quanto possibile più vicina al reale, sul tempo dedicato dai TG nazionali alle informazioni trasmesse, con questo risultato:

1) Cronaca nera italiana 35%
2) Politica italiana 15%
3) Cronaca nera internazionale 10%
4) Politica internazionale 5%
5) Attualità 5%
6) Gossip 10%
7) Moda 8%
8) Cultura 4%
9) Cibo & Vino 7%
10) Altro 1%

Pur con varie differenze (come su Studio Aperto e il TG4 di Mediaset dove il pettegolezzo e l’omicidio la fanno da sovrano) la fa di gran lunga da padrone la cronaca di fatti orribili successi nelle “famiglie” italiane e straniere…”

come non essere d’accordo col suo ragionamento? quante volte ci hanno sbattuto in tv dibattiti e notizie perverse su: cogne, garlasco, perugia, erba? e secondo voi perche? mi sembra ovvio: c’è una regia occulta che attraverso questi assurdi dibattiti instilla nei deboli di mente fobie che sempre più si radicano. fobie che creano un odio latente nei confronti degli altri e che influenzano ogni rapporto sociale. si dice spesso che una volta la gente era più cordiale, si aiutava in modo più spontaneo, mentre ora ciascuno è chiuso nel suo guscio di paura e fobie. anche qui: come negare questo dato di fatto?

naturalmente spero converrete con me che la nostra divisione è un LORO meccanismo di controllo cruciale. se tutti perseguissimo insieme un obbiettivo, con coscienza e non spinti da paure o da bisogni finti, LORO che farebbero? non ci sarebbe mezzo per fermarci.

ora vorrei lanciare l’ennisma provocazione del complottista ( la mia), che nemmeno io so come inquadrare: se una elucubrazione maxima del mio “complottismo”, oppure…mi piacerebbe dire un’ipotesi plausibile…ma mi sembra francamente troppo: perchè di questi delitti sopramenzionati (erba, cogne, garlasco, perugia) non si riesce a trovare in modo lampante un colpevole? una ricostruzione inequivocabile dei fatti? e dire che si muovono fior fiore di investigatori. parliamo di garlasco: come può alberto reggere per ore e ore di interrogatorio senza crollare? e come mai nessuno trova un indizio chiaro e definitivo sulla scena del delitto? e cogne? quanti punti interrogativi ancora esistono? ora arriva l’ultima su erba: non c’è un reperto biologico ( sangue, saliva, sudore) che supporti la ricostruzione dei fatti…un puzzle dove niente coincide.

sono troppi questi delitti in cui niente coincide. io francamente faccio fatica ad immaginare alberto di garlasco come una mente diabolica e fredda da reggere ore di interrogatorio serrato senza crollare. e i due coniugi di erba: ve li vedete in meno di 5 minuti dopo la strage scendere nel pianerottolo di casa, lavarsi, e pulire i vestiti in modo che nessuno dei ris trovi la benchè minima traccia? chiaramente non è possibile, e infatti nessuno se lo spiega.

allora cosa c’è dietro questi omicidi? una regia occulta che li confeziona per poi fare in modo che i media li usino come strumento per aumentare le paure sociali? mi sembra un’ipotesi, anche per me veramente troppo. eppure, dei dubbi sulla strage di erba si sa da circa 1 mese, ma nessuno dei media ne ha parlato.

quindi: o fior fiore di investigatori, i ris e tutti gli inquirenti sono dei dilettanti incredibili, oppure…

conto alla rovescia

indip.jpg

allora ragazzi, mi sa che stavolta ci siamo davvero….

prima dell’estate si vociferava di come entro novembre ci sarebbe stata una rivelazione ufo abbastanza risonante nell’opinione pubblica. mi ero in qualche modo illuso che la coscienza in aumento del cittadino bue stesse scongiurando questo evento ( sì, lo so, che non siete d’accordo, ma un pò di gente sta lentamente aprendo gli occhi), ma aihmè stavolta forse sono stato troppo ottimista.

credo che l’elitè organizzerà l’evento-ufo a breve e forse in maniera roboante.

da cosa lo dico? ci sono sempre più avvistamenti in giro, di giorno, visibili a molti, e abbastanza pubblicizzati nel web. i media stanno lentamente mettendo in giro servizi ad hoc ( ne ho visto uno l’altro giorno su studio-aperto, che pena!), ma quello che più mi ha acceso la lampadina è l’ennesima messa in onda del film “indipendence day” che avverrà in settimana.

un film volgare, stupido, che accende i sentimenti più poveri e che fa perno su emozioni bassissime e vili. prima dell’11/9 nelle sale americane uscì il film pearl harbour e lo stesso bush nei discorsi post-11/9 ( col mondo scioccato) paragonava l’evento a pearl harbour, strana coincidenza, no?

ora nelle nostre tv l’ennesima ripetizione del film non mi sembra casuale, ma una mossa ben studiata per prepararci emotivamente alla paura che presto ci venderanno…eppoi perchè film come “conctact”, “the truman show”, “matrix” che stimolano un poco non ce li fanno più vedere?

quindi, noi piccoli uomini di buona volontà, che abbiamo rimasto un pò di massa grigia per pensare col nostro cervello, iniziamo il CONTRO TAM-TAM. e prepariamoci a vederne delle belle.

cropcircles: the final solution

voyager.jpg

questo post poterebbe avere tanti titoli, ho scelto quello più internazionale perchè la portata della notizia è davvero fondamentale ( sono ironico), ma potrebbe averne altri. sono stato indeciso tra: “se devo dire una cazzata, tanto vale dirla grossa”, oppure “lunedì sòle per tutti”.

veniamo ai fatti. per la serie “…c’era volta una trasmissione” è iniziata la stagione invernale di voyager dove il giunonico giacobbe ci introduce nel meandro dei misteri ( si fa per dire), ma pur sempre misteri per gonzi e creduloni vari…eppoi il lunedì è il giorno delle fiction, che volete aspettarvi?

negli ultimi anni ci siamo sorbiti nell’ordine: zahi hawass che sproloquia dell’egitto per adepti new age, cicappini vari che vendevano amenità pseudo-para-scientifiche con la solita spocchia, prelati dell’opus dei che scomunicavano dan brown, e finti misteri da operetta. ma quest’anno il botto: si inizia con catastrofismi profetici ( in pieno stile hollywood), reincarnazione a go-go ( ma evitiamo di parlare del concetto di karma, per carità) e appunto con la final solution sui cerchi nel grano

ecco la rivoluzione copernicana: niente più vecchietti pensionati in vena di burle armati di corda e filo ( era la scusa ufficiale e scontata fino a qualche anno fa), poco credibile l’ipotesi extraterrestre, ecco il colpo di genio: E’ OPERA DI ELICOTTERI MILITARI CON TECNOLOGIA MASER ( una specie di armamento a microonde)

buttata là questa ipotesi ci aspettiamo ora di sapere dal Nostro, nell’ordine: il perchè lo fanno, il come, il quando…insomma questa final solution necessita di qualche piccola spiegazione.

nell’attesa ecco per giacobbo alcuni versi, nella speranza di qualche delucidazione :
Now there’s a look in your eyes, like black holes in the sky […]
Come on you raver, you seer of visions,
come on you painter, you piper, you prisoner, and shine

ed ora… assolo di sassofono

armi psicotroniche, chemtrails, controllo di massa e dr house

vi avverto che è un post molto complottista, per cui voi creduloni, saltatelo a piè pari

qualche giorno fa ,andato dal mio solito edicolante, ho intrattenuto con lui una brevissima dissertazione sull’animus populi, e anche lui ( che fa un lavoro a stretto contatto con gli umori quotidiani dei cittadini-lobotomizzati) ha convenuto come me che “LA GENTE E’ TUTTA FUORI DI TESTA”.

ora non voglio giustificare questa conclusione, e non perchè non ne abbia voglia, ma perchè mi sembra ovvia, scontata e un perno indissolubile di questo nuovo millennio. vorrei capire il perchè: mangiamo e beviamo schifezze, ingurgitiamo pillole che ci fanno ammalare ( ma che ci dicono, ci guariscono), ma credo ci sia di più, perchè il peggioramento è davvero crescente e mostruoso,e per certi versi inspiegabile.

mi viene da pensare, (come vedete in questo video dei mitici zret e straker) che ci siano irrorazioni di ogni tipo e di continuo di non so cosa. mi viene da pensare che nei vaccini, nei cibi e non so altro dove ci mettano micro-rfid per controllare sempre di più le menti e i comportamenti della gente.

e il dotto haus direte, che c’entra? ve lo spiego subito: avete mai visto una puntata dello sceneggiato? sembra sia seguita da circa 6-7 milioni di persone. è un esempio totale di schizofrenia comportamentale delle persone. il film è basato su cose assurde e deliberatamente false ( spacciate per vere), con un medico che manda affan..lo chiunque, e le stesse persone ( 6-7 MILIONI) che fanno la fila per vederlo, se avessero nella vita privata un medico di famiglia così, non passerebbero, 2 ore che sarebbe linciato dalla furia popolare, e non sto scherzando. è come se la gente vivesse vita reale e vita televisiva-onirica come due realtà ben distinte e vivesse tutto questo come scontato. 

a parte gli scherzi e le battutacce non è ipnosi di massa, questa?