in francia ci sbertucciano così…

roba da non credere…io non andrò più in francia dalla vergogna…

ma come biasimarli per come ci prendono per il culo? hanno ragione. la cosa grave è che da noi comportarsi così invece di attirare pernacchie ed insulti attira voti e consensi.

Advertisements

il tonno bocciato e la tassa al concorrente: continua la barzelletta

due storie due veloci veloci per la risata domenicale:

-il tonno padano ( così lo ha definito suo padre) bossi junior bocciato per la terza volta all’esame di maturità. ecco chi siede nei nostri parlamenti e legifera. anche se, secondo me, è un chiaro complotto di roma ladrona.  l’emiplegico babbo, tra un dito medio e l’altro, ha già chiesto una indagine dei servizi segreti per capire da dove nasce la fronda nemica. comunque lo sputtanamento è garantito al massimo…

tra i provvedimenti necessari per uscire dalla crisi, il barzelletiere nano ne ha messo uno indispensabile: la tassa sugli abbonati sky. tanto per zavorrare un concorrente del mercato televisivo. e per aumentare le tasse a 4,5 milioni di cittadini abbonati. come sempre, programma elettorale rispettato in pieno: cioè prometto una cosa, e faccio l’opposto. centinaia di scienziati stanno ancora studiando come sia possibile che un omino così ridicolo e scontato possa da 15 anni, con la stessa tattica ( dire una cosa e fare l’opposto) accalappiarsi milioni di voti.

il mistero continua…e se ci riuscite, provate a ridere a queste ( vere e reali) barzellette…

P.S. veramente il senatur lo ha definito una trota, ma secondo me lo sguardo di bossi jr è quello di un tonno. oddio, posso sbagliarmi, ma…

on.ronchi e i pannolini: barzelletta da non credere

ronchi

un post domenicale e veloce giusto per farsi due risate amare. e per rendersi conto dei ministri che abbiamo.

ronchi, ministro delle politiche comunitarie, sta perorando nell’UE una causa che, se accolta, risolverebbe in un microistante i problemi di chi ha figli, tanto che la fantastica idea sarebbe un risparmio economico incredibile.

allora, non ci crederete, ma l’idea del Nostro è diminuire le accise dell’ iva sui pannolini. insomma un taglio dell’iva di almeno 5 punti.leggete qui se non ci credete

lo so, siete rimasti pietrificati. di tutti i rimedi per aiutare le famiglie questo davvero è il più misero e ignobile. aumentare la maternità? ( in durata o indenizzo), applicare il quoziente familiare? aumentare i fondi per asili e materne? semplicemente far pagare le tasse? idee superate. con il taglio di almeno 5 punti dell’iva dei pannolini, certamente risolveremo i problemi. come ho fatto a non pensarci prima?

non ho altro da aggiungere. per oggi lo scempio è anche troppo.

il berluska che mi piace

ma non solo lui. gasparri, di pietro, fassino e tutti gli altri…

in questa ricorrenza un omaggio. sono già morti, ma non lo sanno.  ma non diteglielo così continuano a farci ridere…

due cittadini da menzionare

un post veloce in questi tempi frenetici per segnalare due grandi cittadini.

-il primo cittadino meritorio di grandi applausi ha denunciato la russa, che adesso si trova indagato per apologia di fascismo (la russa è il ministro della difesa-non è una barzelletta incredibile?)

-il secondo ha denunciato l’emerito ex-presidente cossiga (emerita testa di …), già ministro degli interni ai tempi del rapimento di moro ( ho detto tutto). le dichiarazioni di cossiga? eccole qui ( clikka). ecco il resoconto del cittadino:

comunque cossiga non è nuovo a dichiarazioni allucinanti: forse la demenza senile in stato irrecuperabile lo fa cantare come non mai: ricordate le sue rivelazioni su ustica? (clikka qui): “furono i francesi che volevano fare fuori gheddafi”, oppure le stra-mitiche sull’11 settembre: ” chiaramente un inside job dei servizi interni americani” (clikka qui)

da non credere, ma in italia non c’è da stupirsi di nulla…

aeroporto di albenga: tragicommedia fantozziana italiota

se ancora non l’avete sentita questa storia travalica le soglie umane dell’impossibile.

un esempio di sovraumana ingegnosità italiota, ingegnosità al contrario, cioè come sprecare soldi della comunità, per un servizio che non serve a nulla, per fare un favore al solito cortigiano del re, che quando lo senti parlare ti vien da dire….non mi dilungo oltre.

guardateli… sono 10 minuti di fantozziana umanità…a imperitura memoria…e poi parlate di esuberi alitalia? aspettate la fine del servizio per quantificare in euro il costo di questa porcata…

ridiamo almeno con le vignette di vauro:

trapattoni: dal rap-techno-strunz a mozart

nunzio vobis gaudium magnum: habemus MOZART !!!!!!!!

eh, sì, diciamolo proprio: che vita sarebbe senza mozart? triste, scura, piatta, monotona…invece il genio austriaco è come un usignolo che incanta e rallegra ogni istante.

ora, vi sembrerà che queste siano le parole di un drogato, e , lo ammetto, sono un drogato di mozart. non riesco a farne a meno. ma c’è molto di più che una semplice passione, eh, no, cari signori, la musica di mozart è magica anche perchè ha una energia incredibile, e veramente accende una luce, una gioia, un fuoco interno fortissimo.

non per niente il cardinale martini da tempo dice: l’unica cosa che dà sollievo al mio corpo malato di parkinson è la musica mozartiana.(ne avevo già parlato qui un anno fa-clikka). magari voi crederete che siano le parole di un appassionato, ma non è così.

la musica realmente ha proprietà sulla materia. e sulla salute. recentemente ricercatori finlandesi hanno scoperto che ascoltare musica migliora i pazienti affetti da ictus. non è una invenzione, ma uno studio scientificamente provato (clikka qui)

in più su mozart esistono molti altri esperimenti: addirittura in spagna si sono accorti che le mucche producono più latte, e che questo è più ricco di proteine e proprietà nutrizionali (clikka). se pensate che il latte è una sublimazione dell’energia del sangue e che il sangue è il tessuto energetico più importante del corpo…non per niente reich ( dal libro biopatia del cancro, consigliatissimo) valutava lo stato canceroso dell’organismo guardando al microscopio uno striscio di sangue.

ma torniamo a mozart. vi consiglio di sentire abitualmente le sue opere e capirete di cosa parlo. in più vorrei ricordarvi chi è mozart da un punto di vista karmico. una grande anima, un grande maestro di luce che ha deciso, in quell’epoca, di incarnarsi per regalare all’umanità una musica che fosse vera magia, vero nutrimento. che fosse un’anima evoluta lo dice anche la storia della sua vita. odiato e invidiato dai colleghi dell’epoca ( eccetto il suo fratello karmico haydn), mal sopportato dai potenti a cui non si prostrava servilmente (come vedete la storia si ripete), era un membro attivo della massoneria di cagliostro (quando ancora la massoneria non era una congrega di stolti e vili), morto buttato e dimenticato in una fossa comune, eppure la sua produzione ciclopica per dimesioni e qualiità è ancora qui tra noi. ed ha resistito all’invidia e alla cattiveria dei suoi contemporanei.

grazie al cielo. come vedete, anche qui la storia si ripete: chiunque non si inchini ai potenti e non ne diventi schiavo totale ne subisce la violenta repressione: da gesù ad akhenaton, da mozart a g.bruno passando per mille altri giustiziati in nome del potere storico vigente…

e ora chudiamo col trap. in germania dal suo famoso sfogo (di qualche anno fa) hanno fatto un rap. ma ora, dopo aver allenato in austria alcuni anni, deve aver conosciuto wolfgang. e ne è rimasto sconvolto (clikka qui), tanto da dire:“Chi lo ascolta diventa un calciatore migliore . Si impara molto sul ritmo, sulla tensione, sul tempo. Si impara a leggere una partita, e` stata un`esperienza straordinaria per me `. e bravo il trap, forse grazie a mozart, sei meno ignorante anche tu.

e ora vi regalo il mitico rap/techno/strunz del trap, che in germania qualche anno fa diventò un must. un coacervo di errori grammaticali e di anacoluti da sbellicarsi. rimarrà ai posteri quando se la prende col giocatore di nome strunz dicendo: strunz ist ein strunz… che nel suo cervello doveva suonare più o meno così: strunz è uno stronzo…

a suo modo, il trap, è sicuramente un genio… della risata…godiamocelo nella sua performance